Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 207 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun May 19 20:55:18 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La partitocrazia dei trolley è mediazione

di Ivan Pozzoni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 06/06/2018 23:09:01

 

Passati sessanta giorni nel deserto la partitocrazia dei trolley

convinta dalla mafia democratico-cristiana a non rinunciare alle holiday,

occultato l’alibi dell’assistito sociale di Cesano Boscone,

ha dato ordine di tentare un’ultima arzigogolata mediazione.

 

Luigi e Matteo, dal movimento allo scranno, dall’anti-politica al governo

hanno 48h di tempo utile a togliere i colleghi dalle graticole dell’inferno,

se salta, troppo presto, la XVIII legislatura, mamma mia, son cazzi loro:  

come faranno, i nostri eroi, ad abolirsi le pensioni d’oro?

 

Matteo chiama Luigi sulla questione dei migranti extracomunitari,

bisogna aiutare i terroni in loco con gli eurodollari degli eurofunzionari,

Luigi risponde che l’accoglienza è dovere di ogni Stato litoraneo.

Mediazione: creare tra Africa e Sicilia un enorme cimitero mediterraneo.

 

Luigi chiama Matteo sulla questione del reddito di cittadinanza,

bisogna aiutare i barboni italici sacrificando i rampolli della finanza,

Matteo risponde che i lazzaroni son tutelati da due anni d’Aspi.

Mediazione: subordinare ogni reddito al controllo del Monte dei Paschi.

 

Resta il nodo di Gordio o la spada di Damocle del Presidente del Consiglio,

se non lo nominano subito i mercati internazionali cadranno nello scompiglio

Mediazione: rifugiarsi in un governo bis targato Gentiloni

che a far crollare i mercati, con un suo ingresso, provvederà Pozzoni.

 

    [inedito, 2018]


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ivan Pozzoni, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il chihuahueño di Port-royal (Pubblicato il 24/08/2018 00:00:40 - visite: 190) »

:: I giornalisti (Pubblicato il 22/07/2018 00:48:10 - visite: 239) »

:: Chi ci capisce è bravo (Pubblicato il 20/07/2018 01:47:08 - visite: 179) »

:: Il tango del bandolero (Pubblicato il 06/06/2018 00:05:45 - visite: 211) »

:: Fuori dagl’ischemi (Pubblicato il 05/06/2018 00:22:38 - visite: 169) »

:: Me ne frego (Pubblicato il 04/06/2018 00:45:34 - visite: 202) »

:: Mona Frida smile (Pubblicato il 03/06/2018 02:32:41 - visite: 173) »

:: Fiorello m’annoia (Pubblicato il 02/06/2018 00:01:53 - visite: 179) »

:: La page blanche (Pubblicato il 31/05/2018 23:27:50 - visite: 247) »

:: La malattia invettiva (Pubblicato il 30/05/2018 23:21:17 - visite: 175) »