Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 239 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed May 22 06:56:28 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

I giornalisti

di Ivan Pozzoni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 22/07/2018 00:48:10

 

Sul sito web del Corriere della Sera

escono markette (in)degne del Gazzettino di Valmadrera,

i freelance webeti, che non hanno avuto mai la sfortuna di lavorare,

sfornano cottimi di minchiate che nemmeno Baget Bozzo sull’altare,

alla ricerca reiterata della fake news e dello scoop ad ogni inserto,

battono, a un tanto al kg, la strada che conduce a Studio Aperto.

 

Questa è la medesima categoria che intervista

insistentemente i disgraziati durante un sisma,

senza subire, di contrappasso, in strada,

l’applicazione al muso d’un abbondante enteroclisma,

riuscire a far ragionare uno che campa

sul numero di caratteri tipografici che batte in sala stampa

considerando la dignità umana fuori moda,

è come far guidare a Cicciolina un’autopompa.

 

Qualcuno riuscirà mai a spiegare a un mestierante della cultura,

vivacchiante in un’editoria di mercato da caricatura,

vittima dell’ipertrofia d’offerta di articoli senza domande,

che indipendenza e verità non convengono al lessico dell’orticoltura,

i baldanzosi Houdini della neo-sofistica utilitarista

col crollo dei meccanismi dell’editoria iper-capitalista,

finiranno col restare, finalmente, in mutande,

demoliti dal disprezzo d’esser stati «giornalista».

 

     [inedito, 2018]


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ivan Pozzoni, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il chihuahueño di Port-royal (Pubblicato il 24/08/2018 00:00:40 - visite: 192) »

:: Chi ci capisce è bravo (Pubblicato il 20/07/2018 01:47:08 - visite: 181) »

:: La partitocrazia dei trolley è mediazione (Pubblicato il 06/06/2018 23:09:01 - visite: 209) »

:: Il tango del bandolero (Pubblicato il 06/06/2018 00:05:45 - visite: 213) »

:: Fuori dagl’ischemi (Pubblicato il 05/06/2018 00:22:38 - visite: 173) »

:: Me ne frego (Pubblicato il 04/06/2018 00:45:34 - visite: 206) »

:: Mona Frida smile (Pubblicato il 03/06/2018 02:32:41 - visite: 174) »

:: Fiorello m’annoia (Pubblicato il 02/06/2018 00:01:53 - visite: 180) »

:: La page blanche (Pubblicato il 31/05/2018 23:27:50 - visite: 248) »

:: La malattia invettiva (Pubblicato il 30/05/2018 23:21:17 - visite: 176) »