Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 233 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Aug 22 11:02:22 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’antico tamburo

di Roberto Maggiani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/08/2018 12:20:30

 

 

 

1

 

Quando del mondo non c’era

ancora piena coscienza

apparve in Africa il genere Homo:

per quanto si continui a credere

all’azione di un dio

non fu così necessario.

 

2

 

Avvenne che alcuni primati

scesero dagli alberi

e tentarono la sorte

nelle nuove praterie –

ergendosi liberarono le mani –

mossero le cose del mondo

e ne fecero di nuove.

 

3

 

I piedi sono una mano trasformata –

adattata a sostenere un’agile falcata:

furono piedi africani a varcare

la soglia del continente

verso le terre che ora abitiamo.

 

4

 

Africa è madre e culla dell’umanità –

ha il gene Sapiens iniziale –

il fuoco antico – il terrore e l’amore –

il primo seme fluito dal piacere

voluto e desiderato.

 

5

 

Per tentativi e miglioramenti

l’evoluzione arrivò alla nascita

con doppia rotazione

del bambino nel grembo.

Nacque una massa cerebrale

che si accorse della propria esistenza

e ebbe paura della morte –

ma prima della misteriosa scomparsa di sé

provò a portare lo sguardo

nel più remoto Oltre.

 

6

 

Guardati dentro e troverai Africa:

il Paradiso perduto della specie Sapiens –

o ne hai fatto anche tu scempio

stretto nel cerchio del tuo egoismo?

È là che devi tornare

al cuore del pianeta –

pulsante nel petto dei tuoi fratelli

neri e bianchi.

Ascolta. Lo senti?

È l’antico tamburo –

ti invita a convivere e a danzare

intorno al fuoco del nostro futuro.

 

 

da Angoli interni, Passigli Poesia [ scopri di più... | acquista ]

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Roberto Maggiani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Roberto Maggiani, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Disguidi spaziotemporali per il Bois de Boulogne (Pubblicato il 14/07/2019 09:35:00 - visite: 246) »

:: Rivisitazione matematica di “L’infinito” di Giacomo Leopardi (Pubblicato il 22/06/2019 16:16:03 - visite: 221) »

:: Proprio ora che (Pubblicato il 18/04/2019 12:06:04 - visite: 210) »

:: Uomo (Pubblicato il 23/03/2019 17:32:09 - visite: 186) »

:: Relax ad Auschwitz #GiornoMemoria (Pubblicato il 22/01/2019 16:58:06 - visite: 424) »

:: Ogni notte è santa (Pubblicato il 23/12/2018 17:45:12 - visite: 202) »

:: Natale... non laggiù tra le folle (Pubblicato il 22/12/2018 18:35:06 - visite: 176) »

:: Copertura e distorsione (Pubblicato il 01/11/2018 12:15:24 - visite: 190) »

:: Senza limiti o scadenze (Pubblicato il 31/10/2018 16:19:35 - visite: 270) »

:: Vita estrema (Pubblicato il 21/10/2018 11:53:10 - visite: 311) »