Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANNIVERSARIO PROUST: 10 luglio 1871 - 10 luglio 2019
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 107 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jul 16 05:56:56 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Le statue

di Paolo Melandri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/02/2019 23:10:35

Pitagora l'aveva programmato. Perché la gente s'incantava?

I suoi numeri, anche se palpitavano o sembrava che palpitassero

nel marmo e nel bronzo, mancavano di carattere.

Ma giovani e ragazze, pallidi per l'amore immaginato

nei letti solitari, sapevano cos'erano,

che la passione poteva infondere sufficiente carattere,

e a mezzanotte, in qualche luogo pubblico,

labbra vive premevano su un volto misurato col piombo.

 

No! Più grandi di Pitagora, perché furono gli uomini

che con martello e scalpello modellarono

questi calcoli che sembrano carne accidentale

ad avvilire tutte le vaghe immensità dell'Asia,

e non le file dei remi che nuotavano

sopra la schiuma delle molte teste di Salamina.

L'Europa si liberò di quella schiuma quando Fidia

donò sogni alle donne e specchi ai loro sogni.

 

Un'unica immagine attraversò quelle teste, sedette

sotto l'ombra del tropico, si fece tonda e lenta,

non un Amleto magro mangiatore di mosche, ma un grasso

sognatore del Medioevo. Occhi vuoti sapevano

che la conoscenza accresce l'irrealtà, che il visibile è solo

uno specchio riflesso in uno specchio.

Quando gong e conchiglia annunciano l'ora di benedire

la gatta nera striscia verso il vuoto di Buddha.

 

Quando Pavese evocò Cavalcanti al suo fianco,

che cosa attraversò maestosamente il Palazzo della Posta?

Quale intelletto, calcolo, numero, misura diede la risposta?

Noi italiani, nati in quell'antica setta, ma scagliati

su questa lurida marea moderna, gettati a riva

dalla nostra informe furia procreatrice, ci arrampichiamo

fino al buio che ci aspetta perché ci sia possibile tracciare

i lineamenti di un volto misurato col piombo.

 

© Paolo Melandri (27. 2. 2019)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Paolo Melandri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Paolo Melandri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Misure di sicurezza (Pubblicato il 16/07/2019 12:49:50 - visite: 5) »

:: A favore delle omissioni (Pubblicato il 14/07/2019 11:29:16 - visite: 23) »

:: Aesculus hippocastanum (Pubblicato il 14/07/2019 09:37:45 - visite: 10) »

:: Monito contro la giustizia (Pubblicato il 11/07/2019 00:01:31 - visite: 21) »

:: Pallida consolazione (Pubblicato il 08/07/2019 21:10:23 - visite: 27) »

:: Modello gnoseologico (Pubblicato il 08/07/2019 13:07:57 - visite: 14) »

:: Nel caso dato (Pubblicato il 07/07/2019 21:44:38 - visite: 24) »

:: Analgeticum (Pubblicato il 07/07/2019 09:54:29 - visite: 32) »

:: Avviso della mutua (Pubblicato il 30/06/2019 10:07:47 - visite: 28) »

:: Il canto di Pamphilia (Pubblicato il 30/06/2019 01:34:44 - visite: 28) »