Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 41 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri May 24 16:58:53 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il silenzio della mente

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/04/2019 00:20:15

Cerco un tuo verso, cerco una parola,
a volte dico: “In fondo che m’importa”,
ma poi mi perdo dietro a dei pensieri
ho chiuso i sentimenti non la porta.

 

Stupidamente penso e m’arrovello:
“Ma starà bene? Ancor lieta sorride?
Forse sarà un poco giù di corda
quando lei tace allor qualcosa stride”.

 

Ormai io la conosco molto bene
più non verseggia e per me non scrive
quello che un dì m’ha detto lo ricordo
nella mia mente è attuale e sempre vive.

 

Ed anche se a qualcuno va dicendo:
“Più non capisco cosa un dì m’ha preso”,
quel che m’ha dato in petto lo trattengo
e mi conforta e ancor non gliel’ho reso.

 

No, non m’importa quel che ha fatto in rete
né lo squallor che ha sempre seminato,
io la ricordo dolce e appassionata
e non mi pento un dì d’averla amata.

 

Salvatore Armando Santoro
(Donnas 18.4.2019 – 23,48)

L'immagine può contenere: cielo, natura e spazio all'aperto

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Fiore d’acacia (Pubblicato il 24/05/2019 10:17:23 - visite: 5) »

:: Ricordi tra i tratturi (Pubblicato il 13/05/2019 08:21:16 - visite: 19) »

:: Tracce (Pubblicato il 08/05/2019 01:08:33 - visite: 20) »

:: Coincidenze (Pubblicato il 06/05/2019 20:55:13 - visite: 25) »

:: Sfiorì la rosa (Pubblicato il 02/05/2019 00:29:13 - visite: 31) »

:: Vorrei (Pubblicato il 02/05/2019 00:23:57 - visite: 24) »

:: Bianco d’Africa (A Saverio Strati) (Pubblicato il 30/04/2019 14:29:37 - visite: 26) »

:: Una mattina (Pubblicato il 23/04/2019 18:11:42 - visite: 35) »

:: Novembre 2018 (Pubblicato il 21/04/2019 01:14:43 - visite: 39) »

:: Pian del Giuliano (Pubblicato il 21/04/2019 00:53:19 - visite: 30) »