Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 51 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri May 24 00:27:59 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Di me non dicono niente

di Giovanni Rossato
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/04/2019 19:18:06

 

 

Di me non dicono niente

o almeno non lo danno a vedere

a volte con lo specchio

vedo da dietro la mia testa

non è perché non ho capelli

è solo perché,

di solito,

lì non mi penso

circa come esistessi

solo per davanti

sottodimensionato

inaspettatamente,

le occasioni

non decollano

quasi mai

io non mi chiamo mai

né quasi sempre

le stelle dell’oriente

forse di Bollywood,

forse anche loro

inseguono un pensiero forte

come Shankaracharya non fosse mai esistito

e non si parlasse prima di pensare

come la risposta arrivasse un po' prima

un po' dopo, forse

della domanda

ma questo non importa a Sara

l’importante è crederci

e questo vale anche per me.

 

I miei colli

dove certo

qualcuno ha combattuto

certo qualcuno

e di sicuro io

per non darmi per vinto

per non restare da solo

per i corridoi

e passare

con le mani vuote

davanti alla cassa

se non ti senti solo

allora sì che lo sei per davvero,

se non hai coraggio di sederti al bar

allora certo non ci sei

meglio uscire fuori

ritrovare braccia e gambe

collegarli insieme al cervello

sentirsi come un mosaico

con tutti i pezzi

molti demoni nel cuore

 in attesa

preferibile uscire e camminare

potrebbe passare per davvero

qualcuno

tu prima di un’altra

una donna non è certo sufficiente

ma definitivamente è meglio così

non si apriranno porte

per possibili ritorni

mi darai del cretino

con gli esiti più improbabili

inaspettati

anche per me.

 

Dicevo dei Colli Euganei

molto più elevati dei Berici,

non mi ricordo più,

è stato solo

che ho

sperato.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giovanni Rossato, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Guidare a occhi chiusi (Pubblicato il 24/05/2019 22:34:16 - visite: 5) »

:: Ok, io sto arrivando (Parresia) (Pubblicato il 22/05/2019 22:18:10 - visite: 7) »

:: Stampata in faccia (Pubblicato il 21/05/2019 22:13:45 - visite: 21) »

:: Tempo inabitato (Pubblicato il 15/05/2019 22:25:04 - visite: 41) »

:: Cos’è questo pararsi innanzi? (Pubblicato il 10/05/2019 13:19:42 - visite: 31) »

:: L’ansia non ho più (Pubblicato il 05/05/2019 22:15:50 - visite: 41) »

:: Definizione (Pubblicato il 01/05/2019 16:18:21 - visite: 37) »

:: It’s raining again/It isn’t raining jet (Pubblicato il 30/04/2019 17:56:42 - visite: 36) »

:: Shakerare il caffè non è la risposta giusta (Pubblicato il 28/04/2019 10:39:59 - visite: 28) »

:: Tell me, do you remember? (Pubblicato il 22/04/2019 22:58:00 - visite: 54) »