Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 36 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 25 12:04:24 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Una mattina

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/04/2019 18:11:42

Un giorno non mi sveglierò
(soluzione auspicabile da molti)
oppure gli occhi chiuderò
dopo lenta agonia
o qualche sofferenza non cercata
meglio morir per via
su un sentiero fiorito a primavera
con un’ape che ronza
o tra farfalle in volo,
meglio morir da solo
chiuso sui miei pensieri
a ricordar le cose belle,
tutto quello che avuto,
amore e delusioni
felicità ed inganni
meglio inseguire gli anni
in cui vinceva sul volto il mio sorriso
con nelle orecchie il sibilo del vento
con l’urlo in mare della tramontana
con lo scrosciar lontano di fontana
con le mie mani strette alle tue mani
sulla tua pelle liscia da bambina
meglio sarebbe gli occhi chiudere sui sogni
una mattina.

 

Salvatore Armando Santoro
(Donnas 23.4.2019 – 14,00)

 

Nella mia foto: campo di papaveri, margherite e tageti, alle porte di Lecce una decina di anni indietro!

L'immagine può contenere: fiore, pianta, cielo, natura e spazio all'aperto

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Fiore d’acacia (Pubblicato il 24/05/2019 10:17:23 - visite: 5) »

:: Ricordi tra i tratturi (Pubblicato il 13/05/2019 08:21:16 - visite: 20) »

:: Tracce (Pubblicato il 08/05/2019 01:08:33 - visite: 20) »

:: Coincidenze (Pubblicato il 06/05/2019 20:55:13 - visite: 25) »

:: Sfiorì la rosa (Pubblicato il 02/05/2019 00:29:13 - visite: 32) »

:: Vorrei (Pubblicato il 02/05/2019 00:23:57 - visite: 24) »

:: Bianco d’Africa (A Saverio Strati) (Pubblicato il 30/04/2019 14:29:37 - visite: 26) »

:: Novembre 2018 (Pubblicato il 21/04/2019 01:14:43 - visite: 40) »

:: Pian del Giuliano (Pubblicato il 21/04/2019 00:53:19 - visite: 30) »

:: Il silenzio della mente (Pubblicato il 19/04/2019 00:20:15 - visite: 42) »