Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
La classifica del Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
W.H. Auden, L’età dell’ansia, di Franco Buffoni | e-book n. 240]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 39 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 2 14:53:39 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

pomeriggio d’estate

di alessandro venuto
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/02/2020 12:09:36

Senti ancora il suono fresco e chiaro
Della campana che al meriggio chiamava
Al riposo?
E voce di madre che dalla cucina
Diceva:
‘Ale, è ora di pranzo,vieni’?
Abbandonavi quindi le giovanili letture
E correvi a mangiare,
pregustando non già quanto nel piatto vedevi
ma le gioie delle ore a venire.
Giallo arrivava dalla finestra aperta
Il canto fragrante delle infinite cicale
E l’aria calda e salmastra che
Ai sensi eccitati portava
Il gusto del mare.
Netto nel cielo azzurro e infinito d’estate
Si stagliava il sole.
Due telefonate agli amici ed eri fuori
Nell’afa cocente né la sentivi tu,
Ebbro di vita bollente
che traslucea sulla pelle come una scia
di sudore sottile,
ecco l’estate, ecco la vita,
siam pronti a gioire!
Ogni strada del paese era ricolma di sole.
Sfrecciavi veloce con la bici
Nel silenzio del giorno
Che si ripara dal caldo,
via Roma deserta e del Comune la piazza,
strideva con forza per aria un alcione
e al coro delle cicale si univa
poi con un salto deciso pel cielo volava;
ti giravi appena a mirarlo sorpreso
per vedergli sorvolare alto le grandi colline
di ulivi e mediterranea macchia vestite
e le mille sfumature di verde
dal sole esaltate;
ma tempo era di recarsi al mare,
il grande mare che di noi tutti sua gente
è un’infinita quarta parete
che nulla allo sguardo preclude
ma all’infinito sembra ispirare.
Ed ecco gli amici già pronti sulla rena brunita
E le ragazze già calde dalla pelle di miele,
grida felice qua e là un bambino.
Suonano piccole radio
Con voce elettronica
I pezzi dell’anno.
Ti svestivi veloce dai pochi indumenti
ed eri già in acqua tra mille schizzi.
E poi c’era lei,
la sola tra tante,
e ogni cosa aveva il suo senso
se dai suoi occhi di mandorla nera
guardavi il tuo mondo.
Brillava la sua pelle
Di piccoli diamanti d’acqua,
spessi e bagnati i capelli
incorniciavano il volto
come il sottile costume
ne nascondeva le forme
che esaltava a un tempo.
E la fantasia correva
E accellerava del cuore il suo battito,
un bacio leggero di labbra salate,
una stretta di mano poi:
‘Che dici, giochiamo?’
Si irradiava il suo sorriso sul mondo.
Sentivi forte la vita
E la sabbia, il mare, il cielo e gli amici
Erano parte di te illimitato;
Niente sarebbe stato diverso
Da quello che avresti voluto.
Bastava tendere la mano
Per rendere di potenza volontà
Possibile,
più simile agli dei che non all’uomo
è un ragazzo di fuoco
sulla riva ligure di un paese
nel cuore dell’estate.
Così ci sorprendeva quindi il tramonto mai atteso,
di rosso il cielo il mare infuocava
e le case pastello al di là del treno
che via ti avrebbe portata,
a casa, almeno fino a sera.
Un ultimo bacio, uno ancora
e ti guardavo salire e poi andare.
Selvaggi del giorno
rincasavamo felici, mai stanchi,
in attesa di ciò che la notte avrebbe portato.
Che la luna non si presentasse nemmeno,
che nessuna stella brillasse nel cielo
se la notte noi non avesse cullato
e i nostri baci audaci custodito,
un gelato veloce di mango e limone
e poi di nuovo in spiaggia
sulla sabbia appena bagnata
a imparare l'amore
maestri di vita.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore alessandro venuto, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

alessandro venuto, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ebe (Pubblicato il 04/04/2020 02:15:05 - visite: 11) »

:: L’ulivo (Pubblicato il 03/04/2020 12:19:48 - visite: 22) »

:: Gli dei ci invidiano le risate dei bimbi (Pubblicato il 02/04/2020 23:05:07 - visite: 30) »

:: Medusa (Pubblicato il 02/04/2020 10:24:59 - visite: 27) »

:: Inno alla Gioia (Pubblicato il 02/04/2020 00:12:59 - visite: 23) »

:: Abbi cura di splendere (Pubblicato il 01/04/2020 20:42:38 - visite: 20) »

:: Beatrice (Pubblicato il 30/03/2020 01:30:01 - visite: 40) »

:: Scrivi sempre di notte (Pubblicato il 30/03/2020 00:23:47 - visite: 23) »

:: Moonlight sonata (Pubblicato il 28/03/2020 22:56:51 - visite: 27) »

:: Estia (Pubblicato il 28/03/2020 18:47:37 - visite: 25) »