Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Reversibilità


Testo proposto da LaRecherche.it

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/07/2012 12:00:00

Le cose di una vita

 

Una striscia di case sul mare

un branco di cani

l’inverno dei tossici randagi.

 

La tenga bene signora è morta

qui mia madre sola di crepacuore.

 

Fu un rumore in cucina a svegliarla,

i cani che guaivano.

 

Una delle due consolò l’altra.

 

Conosce la rotta del vento

la polvere che sfida

le cose di una vita.

 

*

 

Quando muore qualcuno

 

Quando muore qualcuno

c’è sempre tanta strada da fare

un sole pallido sulle lamiere

il traffico assordante che accompagna

i motti di spirito di qualcuno

che conosceva bene la buonanima

 

Fino a quando la macchina non imbocca

una stradina di campagna

e le ombre dei salici si stagliano

contro una luce cinerina

che tutto attutisce e spande uniforme

 

*

 

Tanatoprassi

 

Mia cognata lavora in polizia.

Di turno la vigilia di Natale,

ha tirato fuori da una vasca,

i liquidi biologici sparsi nell’acqua,

una donna dell’età di sua madre.

Seguendo la prassi, ha contattato la figlia,

che come lei ha due bambine.

Contravvenendo alla prassi,

ha poi lavato la vasca.

 

 

*

 

Body Bags

 

Mediterraneo

canale putrido

di bare barche.

Trafitta al cuore

l’ultima prefica

la morte muore

sotto la plastica.

 

*

 

Stormy Weather

 

Un temporale si abbatte

mentre sono in bicicletta

vuota la mente

sfiora a filo d’erba

 

vermi che si torcono

nella terra nuda

maciullati dall’insania

di piste fuori strada

 

belati di pecore

coprono lo schianto

a casa mia figlia

chiederà una storia

 

nella penombra

della sua stanza

ogni goccia distilla

l’inverno che cade.



[ Poesie tratte da Reversibilità, di Abele Longo, Edizioni Accademia di Terra d’Otranto – Neobar, Calimera (Lecce), 2012 ]



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

La Redazione, nella sezione Poesia_settimanale, ha pubblicato anche:

:: Essere realtà senza vergogna (Pubblicato il 18/02/2019 12:00:00 - visite: 267) »

:: Il cancello (Pubblicato il 11/02/2019 12:00:00 - visite: 163) »

:: Navigazione senza sosta (Pubblicato il 04/02/2019 12:00:00 - visite: 199) »

:: Impronte di eserciti sull’intero pianeta #GiornoMemoria (Pubblicato il 28/01/2019 12:00:00 - visite: 118) »

:: Se comprendere è impossibile... #GiornoMemoria (Pubblicato il 21/01/2019 12:00:00 - visite: 254) »

:: Artigianato sentimentale (Pubblicato il 14/01/2019 12:00:00 - visite: 287) »

:: Il commissario Magrelli (Pubblicato il 07/01/2019 12:00:00 - visite: 280) »

:: Eccesso di forma (Pubblicato il 31/12/2018 12:00:00 - visite: 199) »

:: Residence Cielo (Pubblicato il 24/12/2018 12:00:00 - visite: 224) »

:: Ponto-sombra (Pubblicato il 17/12/2018 12:00:00 - visite: 333) »