Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia_settimanale
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 143 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Nov 14 01:50:49 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Parabola di Piero


Testo proposto da LaRecherche.it

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/09/2019 12:00:00

 

Fare e disfare

 

Non è poi così fausto
che si nasca: mano febbrile, ferro ricurvo
(forcipe). Nacque pertanto, in casa, Piero
nel via vai dell’ostetrica e del sangue. Se
non ricorda è che non può farlo: c’era un giornale
sulla sedia, la cenere di un sigaro per terra
e un cuscino di pizzo sul divano.

 

°°°

 

Fare, disfare, un governo paziente
di mondi e scatolette, le istruzioni,
le viti strette, i minimi bulloni,
l’innalzarsi, il bello sporgere di piastre
e braccia semoventi.
Una gru sollevava i suoi pesetti,
e Piero si sentiva uguale alla figura
del sagace ragazzo obbligato al sereno,
intento al suo Meccano,
umile fiero costruttore.
Modello anch’egli non udiva suoni:
nel sonno dei sorrisi vedeva connessioni,
leve, gole sottili, staffe, marchingegni.
Erano rosse le piastre
e verdi gli angolari,
le semicurve; poi alberi, alberini,
ruote, rondelle, viti e dadi esagonali:
firmamento di buchi tondi e ovali
per quali fossero ardite costruzioni.

 

Eretta vita ignara dell’incerto;
si trattava di fare, ricomporre
scheletri di metallo, semoventi.

Trova per Piero un anno, un rodimento
di rotelle... Certo trainare
di spago arrotolato
suggerirà di rimanere al punto,
lì dove il giunto o il cardano
deviano il moto innanzi.

 

In pallida letizia Piero Piero
montava e rimontava,
gli angolari, le piastre, le squadrette,
l’eccentrico, la leva, lo stantuffo,
gli ardimenti minuscoli;
le simmetrie, l’ingegno solitario,
l’esercizio di muscoli minuti,
la porta chiusa, senza vista di boschi.
La stanza non muoveva e le parole
annerivano, sparendo. Un bene
pomeridiano, scarso: aerei senza nuvole,
benne, ponti, carcasse e snodamenti.
Nulla ancora, benché fosse possibile
niente di adatto, di pronto per lo scatto:
soltanto un canto

rotto in varie parti.


Polvere: la dimessa vestaglia
con cui, lei, la polvere,
sola madre di tutto,
avvolge pian piano le cose, ritornando
a posarsi, dove prima, altrove,
ostinata — come la poesia.

 

Montare pezzi fino al cielo piccolo,
riverberi di stanza chiusa
fino a far funzionare l’effetto basculante,
le rotazioni, il modello finito.

 

 

 

[ da Parabola di Piero, Giorgio Gazzolo, Edizioni Gazebo ]

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

La Redazione, nella sezione Poesia_settimanale, ha pubblicato anche:

:: Ciò che occorre è un uomo (Pubblicato il 11/11/2019 12:00:00 - visite: 110) »

:: Tre poesie (Pubblicato il 04/11/2019 12:00:00 - visite: 222) »

:: I am Vertical - Tulips (Pubblicato il 28/10/2019 12:00:00 - visite: 99) »

:: Poesia che mi guardi (Pubblicato il 21/10/2019 12:00:00 - visite: 194) »

:: Aos Amigos (Pubblicato il 14/10/2019 12:00:00 - visite: 191) »

:: Il mondo così fatturato (Pubblicato il 07/10/2019 12:00:00 - visite: 199) »

:: Tre poesie (Pubblicato il 30/09/2019 12:00:00 - visite: 191) »

:: Ma da un presagio d’ali (Pubblicato il 23/09/2019 12:00:00 - visite: 204) »

:: Praticare la notte (Pubblicato il 09/09/2019 12:00:00 - visite: 251) »

:: Flagello di Parigi (Pubblicato il 02/09/2019 12:00:00 - visite: 172) »