Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Premessa (la cognizione del dolore)

di Michele Zaffarano 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/05/2015 17:25:53

Nel giugno del 1920
sull’Ordine Nuovo
Gramsci scrive
che quando in economia
quando in politica
è una classe
(è la classe borghese)
a decidere ogni cosa
il processo rivoluzionario
(concreto)
diventa realtà
soltanto in luoghi
che sono luoghi
sotterranei e oscuri
nell’oscurità delle fabbriche
(per esempio)
nell’oscurità delle coscienze
(per esempio).
E scrive
che questo processo rivoluzionario
(concreto)
non può essere
controllato
non può essere documentato
che gli elementi
che costituiscono
questo processo rivoluzionario
(concreto)
sono
(per esempio)
i sentimenti e le nozioni
le velleità e le abitudini,
sono
(per esempio)
i germi delle iniziative.
E scrive
che le organizzazioni
che sono nate
per trasformare
il processo rivoluzionario
(concreto)
in una realtà
(concreta)
sono nate nell’ambito
dell’egemonia di una classe
nell’ambito del concetto
(borghese)
di democrazia
per affermare
per sviluppare
la libertà
e la democrazia
ma solo come concetti
in generale.
E scrive
che in questo ambito
i rapporti considerati
sono solo quelli
tra cittadino e cittadino.
E scrive
che invece
il processo rivoluzionario
(concreto)
si compie nell’ambito
della catena di produzione
nell’ambito
(per esempio)
delle fabbriche,
che in questo ambito
i rapporti considerati
non sono più quelli
tra cittadino e cittadino,
ma quelli tra sfruttatore
e sfruttato,
che in questo ambito
per il lavoratore
non esiste libertà
per il lavoratore non esiste
democrazia,
e scrive
che il processo rivoluzionario
(concreto)
si compie
quando il lavoratore
non è niente
ma vuole diventare tutto
quando vuole diventare tutto
contro il potere
del proprietario
che è un potere
illimitato
che è un potere illimitato
sul lavoratore
(per esempio)
sulla donna del lavoratore
(per esempio)
sui figli del lavoratore
(per esempio).

da Cinque testi tra cui gli alberi (più uno), Benway series 2013

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Andrea Piccinelli, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: meditationes n. 7 , di Biagio Cepollaro (Pubblicato il 27/05/2015 22:15:33 - visite: 862) »

:: da Majakovskiiiiiiij , di Adriano Spatola (Pubblicato il 19/12/2013 17:05:10 - visite: 862) »

:: da Catalogopoema , di Adriano Spatola (Pubblicato il 19/12/2013 15:57:23 - visite: 982) »

:: da Tre lezioni di morale , di Emmanuel Hocquard (Pubblicato il 15/05/2013 19:12:32 - visite: 1146) »

:: da Tecniche di sopravvivenza , di Giulio Mozzi (Pubblicato il 09/05/2013 18:41:16 - visite: 1059) »

:: Sul tram , di Fabio Pusterla (Pubblicato il 25/04/2013 16:09:24 - visite: 1147) »

:: Why I’m not a painter , di Frank O’Hara (Pubblicato il 23/03/2013 13:00:20 - visite: 1099) »

:: Musica dell’indifferenza , di Samuel Beckett (Pubblicato il 12/03/2013 19:58:58 - visite: 1409) »

:: Dicevo insomma... , di Rosaria Lo Russo (Pubblicato il 23/11/2012 17:46:01 - visite: 1012) »

:: In attesa del dramma , di Maurizio Cucchi (Pubblicato il 15/11/2012 15:46:10 - visite: 1097) »