Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura Pentatonic
 
« torna indietro | torna ai libri | vai al libro | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Marcel Proust
Du côté de chez Swann

Sei nella sezione Commenti
 

 Eugenio Nastasi - 18/11/2013 12:08:00 [ leggi altri commenti di Eugenio Nastasi » ]

Non v’ dubbio che proporre l’opera di Proust a un pubblico di potenziali nuovi lettori un’impresa davvero coraggiosa, almeno questo credo sia la spinta segreta dei curatori e il plauso d’obbligo.
Per quelli che hanno letto, come me, almeno due terzi dell’opera di Marcel, la musica offerta davvero di ottima esecuzione. Ne sintomo eccellente la prefazione della Vanalesti che riesce con garbo, perizia e cura di particolari a ricomporre assieme alla lettura del suo testo la voglia di riprendere "Dalla parte di Swann" per continuare a gustare magari proprio scampoli di poesia che si riescono a cogliere in un’altra ottica rileggendo il libro. Sono convinto che l’opera di Proust una delle poche sfide da accettare per chi ama la lettura con cui confrontarsi, quella lettura del libro-oggetto che vince sempre sulla fruizione fluente proposta diversamente.
A Roberto e al mago Giuliano il grazie per non essere stanchi di "proustare" sempre nuovi imput sul blog, in qualche modo pare veramente di stare insieme dietro al vulcanico Marcel.

 Franca Alaimo - 15/11/2013 22:46:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

Un’introduzione davvero accurata e minuziosa, che rivela un’attenta lettura e meditazione dell’opera proustiana. Lo sguardo della prefatrice, infatti, nel commentare situazioni e personaggi del primo dei libri de La recherche, appare ben consapevole dell’archittetura complessiva de La Recherche e della poetica che la regge. Bisogna anche lodare la chiarezza espostiva della prefazione, a dimostrazione che profondit e semplicit di pensiero sono le caratteristiche miglioiri per parlare di libri e di opere d’arte. Lo sottolineo perch non amo quella prosa critica gonfia e ricercata che finisce con l’esalare fumi e nebbie.

 Roberto Maggiani - 15/11/2013 18:06:00 [ leggi altri commenti di Roberto Maggiani » ]

Cara Alessandra, sei arrivata prima tu... ma ti seguo e dico che a ringraziarti siamo noi, cos come ringraziamo Annamaria Vanalesti... per la disponibilit a mettere a disposizione, donandole, le vostre competenze nella traduzione e nella critica, la gratuit cosa rara: grazie.

 Alessandra Ponticelli Conti - 15/11/2013 17:26:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Voglio esprimere la mia riconoscenza a Giuliano Brenna, a Roberto Maggiani e a tutta la Redazione de LaRecherche.it per avermi dato l’opportunit di collaborare alla realizzazione di questo magnifico e-book. E’ sempre una grande emozione, per me, confrontarmi con la scrittura di Proust. Grazie davvero!
Un saluto cordiale
Alessandra Ponticelli Conti

 Gennaro Oliviero - 15/11/2013 16:35:00 [ leggi altri commenti di Gennaro Oliviero » ]

Lodevole iniziativa!Un invito alla lettura del Swann che ben esprime quel senso di "renaissances proustiennes" di cui ha scritto recentemente Antoine Compagnon -"Proust,1913"- nel numero 36-2013 di "Genesis"(Revue internationale de critique gntique).Rinascita confermata dalla quantit di iniziative editoriali : 267 pubblicazioni consacrate a Proust nella sola Francia nell’anno 2010(come segnalato dalla "Revue d’histoire littraire de la France").Il momento attuale dunque particolarmente favorevole per coloro che vogliono confrontarsi con l’opera proustiana,siano essi specialisti o amateurs.E’quello che larerche.it ha realizzato,convogliando interessi,competenze e passione nella direzione di un lavoro collettivo che consentir di accrescere la conoscenza di un’opera monumentale come la Recherche, che a distanza di un secolo dalla sua apparizione continua in tutto il mondo ad affascinare milioni di lettori. Le celebrazioni del centenario volgono al termine,e le riviste continueranno anche nei prossimi mesi ad arricchire il panorama di quelle gi pubblicate nell’anno che sta per concludersi (BULLETIN D’INFORMATION PROUSTIENNES-n43;EUROPE-n1012/1013(Sous la direction de Gennaro Oliviero et Philippe Chardin);NOUVELLE REVUE FRANAISE-n603/604;REVUE DES DEUX MONDES-juin;GENESIS-n36 e... QUADERNI PROUSTIANI-2013, che uscito nel gennaio 2013(e quindi prima delle altre) da considerare la prima rivista che ha aperto le pubblicazioni del centenario.
Un non rituale ringraziamento agli infaticabili curatori de larecherche.it,che ci regalano anche l’immagine di copertina.Agli amateurs pongo un quesito(per stare nello spirito del nostro tempo...): quel cappotto il nostro petit Marcel lo indossava gi nel 1913 ?
Gennaro Oliviero-Direttore della rivista "Quaderni proustiani"