Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Avviso importante riguardo ai commenti
Proust N.7 - Il profumo del tempo (scarica/leggi)
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di M. Bettarini - G. Maleti
Nursia

Sei nella sezione Commenti
 

 Mariella Bettarini - 05/11/2016 15:22:00 [ leggi altri commenti di Mariella Bettarini » ]

Carissima Franca,

grazie davvero, di cuore, del tuo meraviglioso, commosso commento. La vicinanza di voi amiche e amici è per me - ormai senza Gabriella - sempre più preziosa.
Speriamo che quei magnifici luoghi della nostra Italia possano ritrovare la loro viva bellezza.
Grazie ancora, e un affettuoso augurio ed abbraccio da

Mariella

 Mariella Bettarini - 04/11/2016 15:41:00 [ leggi altri commenti di Mariella Bettarini » ]

Carissimi Roberto e Giuliano,

grazie, grazie di cuore (anche a nome della nostra indimenticabile Gabriella) per la pubblicazione di questi nostri "antichi" testi dedicati alla città di Norcia, oggi purtroppo aggredita da un terribile terremoto.
Un affettuoso augurio per il vostro sempre più prezioso lavoro e un abbraccio dall’amica

Mariella

 Franca Alaimo - 04/11/2016 13:06:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

Ho avuto il piacere di leggere e commentare questa silloge bellissima di Mariella e Gabriella; ma ora, dopo quanto è accaduto, la lettura di questi testi mi porta un’altra emozione. Rifletto sul potere che i luoghi hanno sul nostro immaginario, sulle loro metafore vive e concrete che tutti i giorni ci parlano e ci modificano, e "sento" la devastazione che il terremoto ha causato nel cuore della gente che viveva in queste meravigliose città artistiche, e che adesso non riesce più a far coincidere il proprio sé ai nuovi spazi occupati.
Le due voci delle autrici risuonano idealmente a celebrare una bellezza ferita profondamente, ma che tutti ci auguriamo possa rivivere.Sembra quasi di vederle aggirarsi tra le macerie recitando questi versi per accarezzare i morti e i ricordi che tutti noi abbiamo di queste stupende città.

 Maria Musik - 01/11/2016 08:28:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Grazie!