Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Adielle
Adempimento platonico

Sei nella sezione Commenti
 

 Adielle - 19/02/2018 15:41:00 [ leggi altri commenti di Adielle » ]

Grazie Arcangelo, un caro saluto.

 Arcangelo Galante - 19/02/2018 12:56:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

L’ho sentita come la poesia dei contrasti, ove vi sono il movimento, la stasi e il relativo lato buono che risulta nascere proprio dalle peggiori situazioni, suscitanti la nascita di concitate emozioni. Le parole scelte esprimono sentimenti freddi, in mutamento, i quali costruiscono immagini incisive e amare. Nel testo, come in una successione di palpiti, la verità di sé stessi, ossia il desio di restare fedeli al pensare proprio, emerge, alternandosi al buio di una "programmata" finzione. È la percezione toccante di nuovi modi di viverla, senza calore, aspri e difficili da digerire, dove, quell’emblematico starsene ritirati in un luogo appartato (mi custodisco in una caverna), non fa compromessi con nessuno.
Un amichevole saluto, sensibile poeta!

 Adielle - 19/02/2018 10:09:00 [ leggi altri commenti di Adielle » ]

Grazie Loredana, un caro saluto.

 Loredana Savelli - 19/02/2018 08:57:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

I flussi del tuo pensiero poetico non sono mai scontati. Spiazzano il lettore mettendolo catarticamente davanti ad una materia umana autentica.
Un caro saluto.