Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Amina Narimi
Pianissimo per non svegliarla

Sei nella sezione Commenti
 

 amina narimi - 02/05/2013 23:04:00 [ leggi altri commenti di amina narimi » ]

Ho camminato sul "coccipesto" in punta di piedi, mi sono inginocchiata tante volte e oggi ancora quando ho letto: Porziuncola, tra i miei luoghi cari il più caro, al perdono.
Una piccola porzione di pace dove le porte e le finestre non ricevono luce ma la emanano, come i vostri "pensieri" ora
Grazie a Voi, Ferdinandi

 Il buon ladrone - 02/05/2013 11:22:00 [ leggi altri commenti di Il buon ladrone » ]

Sempre le Tue parole diventano madri di altre parole. Come un ladro mi faccio mio il bellissimo commento dell’altro Ferdinando, cuigli chiedo scusa e lo prego di pubblicarlo in poesia, perché così è e tra le sue più belle.
Grazie Amina, nella Tua Porziuncola mi fermo in riposo e preghiera.

 ferdigiordano - 02/05/2013 11:08:00 [ leggi altri commenti di ferdigiordano » ]

sono all’esterno della tua porziuncola (è ciò che immagino essere un testo, in genere tutte le opere). credo che il Mondoterra sia cosparso di miriadi di chiesine personali che a volte si fanno cattedrali. sono davanti, e per quanto piccole, ho visione di navate: sono le mie navate: è solo quel che cerco. non devo capire come la costruzione di un miracolo abbisogni di ingegnerie complesse, nè certificare la sensibilità estetica del progettista, sono qui per la mia fede nell’arte e per la meraviglia che essa crea in me quando la osservo. resto nella basilica che la ingloba e per dirti che se pure non busso è perchè il miracolo sempre esce "battendo di un solo passo l’uomo" e assistervi qui, e altrove per altri, è quel che cerco. come non esserti devoto?

 Amina Narimi - 02/05/2013 09:29:00 [ leggi altri commenti di Amina Narimi » ]

ciao Carla buomattino
c’è la terra( il dolore)ci sono l’onda (i cicli)e il Giordano infinito bagna la pietra luminosa d’acqua(la speranza).c’è soprattutto il sogno in cui lei (io) rovescia (riversa) Vita ( il nome è sveglio) quasi a trasferire il reale al sogno vicendevolmente (dai sogni cominciano le responsabilità,scriveva D. Schwartz)
Ora ho letto la Tua "onda" gli sfioramenti

 Carla de Falco - 02/05/2013 05:57:00 [ leggi altri commenti di Carla de Falco » ]

ci sono l’onda, la terra, le forme cicliche, una lei riversa... mi è piaciuta e mi ha impressionato la sintonia con quanto io stessa avevo pubblicato, ieri, ne l’onda. ciao, amina.