Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Antonio Terracciano
La poesia era un bicchiere

Sei nella sezione Commenti
 

 Marina Pacifici - 25/06/2019 12:05:00 [ leggi altri commenti di Marina Pacifici » ]

Arguti versi del bravo Maestro Terracciano.
Confesso che in quel bicchiere di poesia ho pensato ai numerosi brindisi quotidiani che Victor Hugo faceva col Bordeaux... Si narra che ne bevesse un litro e mezzo al giorno e, nonostante ciò, abbia superato i novant’anni. Prosit!

 Antonio Terracciano - 23/06/2019 18:39:00 [ leggi altri commenti di Antonio Terracciano » ]

Grandissima lode a Lorenzo, che è stato capace di rielaborare poeticamente la mia modesta idea (che esistano degli oggetti non ulteriormente perfettibili, come il bicchiere, è stato comunque un pensiero di Umberto Eco) in modo ancora più chiaro ed efficace!

 Lorenzo Tosco - 23/06/2019 17:54:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Tosco » ]

La Poesia una volta era un bicchiere
che serviva al suo scopo ch’è di bere
il pensiero ch’esprime quel Poeta
che raggiungeva sempre la sua meta.

Adesso che poeti sono tutti
se ne vedono bene i grandi frutti
per cui si beve in palmo delle mani
oppure in altri modi ancor più strani.

La si stendeva poi con grande cura
mescendo essa limpida e ben pura
oppure come vino assai d’annata
ogni volta che fosse presentata.

Adesso son spariti, evento duro,
quei bicchieri in cristallo o vetro puro
ci si bevesse acqua fresca o vino
non c’è più gusto alcuno, rio destino.

E quello che beviamo ormai risulta
bevanda molto amara ed inconsulta
ingorgitata, questo dirlo vale,
qualche volta persin dall’orinale!


 Antonio Terracciano - 21/06/2019 17:51:00 [ leggi altri commenti di Antonio Terracciano » ]

Ti ringrazio, Francesco: non sono tanti coloro che trovano bella una mia poesia in questo sito! Conservando una forma classica, o classicheggiante (quella di un vecchio e solido bicchiere, appunto) , cerco (anche se poco ci riesco) di immettervi un contenuto piuttosto originale, che tutti però siano in grado di bere senza sforzi e piacevolmente, possibilmente.

 Francesco Rossi - 21/06/2019 17:06:00 [ leggi altri commenti di Francesco Rossi » ]

Ho letto con piacere la composizione poetica. Molto bella.