Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Franca Colozzo
Non amo del Natale…

Sei nella sezione Commenti
 

 Franca Colozzo - 27/12/2018 23:03:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Cara Edi, ho fatto come te quest’anno, complice l’assenza della mia adorata nipotina, che è andata in Texas con i suoi genitori per trascorrere il Natale insieme ai nonni paterni. L’altra mia figlia Mara, che la pensa come te e vive negli Emirati Arabi, era da noi. Purtroppo si è perso il senso della festa Natale soprattutto da quando è morta mia madre, che invitavo a casa mia.
Gli odori e i sapori di un tempo sembrano essere annientati da tutte le brutte notizie che ci colpiscono a raffica. Vedi migranti, bambini preda di guerra e di fame, donne violentate e uccise e proprio non mi è parso opportuno festeggiare in mezzo a questa drammatica realtà.
Anch’io credo più in una rinascita verso il buono ed una spiritualità che si è andata man mano disgregando in mille consumistici riti. Speriamo in un 2019 dal volto più umano, senza guerre e senza odi, con l’auspicio di ogni bene per tutti gli uomini di buona volontà.
Un affettuoso abbraccio. Buona notte.

 Edi Davoli - 23/12/2018 20:04:00 [ leggi altri commenti di Edi Davoli » ]

Condivido Franca la tua lirica. Non festeggio il Natale, che tra l’altro non ha nulla di cristiano, nemmeno la data. Ogni giorno la nostra vita dovrebbe essere un natale, una rinascita spirituale verso il buono e il divino. Un abbraccio

 Franca Colozzo - 21/12/2018 22:51:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Grazie @Salvatore Pizzo e @Gianni Vavassori del vostro gradito passaggio.
Sarà che il periodo natalizio ormai mi opprime tra regali e cenoni (che si vanno sempre di più diradando per scelta mia personale) e tra ipocrisie ed auguri rituali! Sarà che ogni anno che passa avverto una sempre maggior insofferenza verso queste feste!
Sta di fatto che non sopporto più la pubblicità, segno di invecchiamento annunciato. Manca oggi quel sapore di famiglia che, al di là del cibo e dei regali, faceva sentire attorno a noi l’affetto e la vicinanza dei nostri cari. Oggi tutto si è trasformato in una folle e consumistica corsa che ha trasformato questo periodo in una rassegna di merce da smistare a degli uomini senz’anima.
Comunque, Gianni, mi sembra di averla letta quella tua poesia "Non solo a Natale", dove anche tu lamentavi la situazione che ho descritto.
Faccio a te e a Salvatore i miei auguri più affettuosi di un sereno Natale. L’anno che verrà, poi, sarà tutto da scoprire, mi auguro in meglio. La speranza è sempre l’ultima a morire!

 Gianni Vavassori - 21/12/2018 22:22:00 [ leggi altri commenti di Gianni Vavassori » ]

Carissima Franca, approvo la tua poesia di protesta. Ho scritto tempo fa la poesia ’’Non solo a Natale’’. che dice tanto. Ciao Buone feste.

 Salvatore Pizzo - 21/12/2018 01:27:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Che dire: scorre sul palato e poi in bocca, con quell’amarognolo frizzante che impedisce anestesie o rimozioni di stampo natalizio. Quindi non si può che condividerla ed apprezzarne anche il tono così pressante e, allo stesso tempo, elevante...
Grazie per la sferza, con un più che caro saluto ed un augurio per delle festività serene....

 Franca Colozzo - 20/12/2018 19:38:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Cara Giulia, è proprio questo l’aspetto del Natale che m’indigna. Non amo più come una volta gli inutili cenoni, le feste e le scorpacciate. Mi sembra tutto vano, forse perché mi sono morti i genitori, oltre ai suoceri, e le figlie poco seguono le follie del consumismo.
Cerchiamo nel nostro piccolo di allontanarci dalla frenesia del Natale, puntando di più sulla spiritualità e l’amore verso gli altri, meno fortunati di noi.
Ho pubblicato su Linkedin un video sul presepe vivente di Maranola (piccola frazione di Formia, a 7 km. da Gaeta, la mia città natale) per spostare l’attenzione verso le tradizioni di un tempo ormai relegato nella mia mente. Basta copiare e incollare su Google il seguente link:
https://www.linkedin.com/in/franca-colozzo-55022459/detail/recent-activity/shares/

Colgo l’occasione per porgere a te e famiglia i miei più sentiti auguri di buone feste con la speranza che l’anno nuovo porti salute, felicità e amore a tutti noi. Un affettuoso abbraccio da parte mia.

 Giulia Bellucci - 20/12/2018 18:57:00 [ leggi altri commenti di Giulia Bellucci » ]

Ciao Franca. È sempre un piacere leggerti. Il Natale ormai alle porte mette tanta frenesia in corpo, le corse ai regali, i preparativi di cene, pranzi, gli scambi di auguri col sorriso sulle labbra e le incomprensioni nel cuore. In questo periodo molti pensano di potersi scrollare di dosso l’indifferenza verso gli altri, i più sfortunati, facendo delle piccole opere buone, giusto il necessario per potersi sentire più buoni e in armonia con questo periodo. Recita una poesia di Rocco Scotellaro
È bello fare i pezzenti a Natale
perché i ricchi allora sono buoni;
è bello il presepio a Natale
che tiene l’agnello
in mezzo ai leoni.
Purtroppo poi Natale passa e le cose tornano uguali.
Ti auguro una felice serata.