Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Arte e scienza: quale rapporto? [L’arte e la scienza in 72 autori | e-book n. 239]
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di cristina bizzarri
E quando splende amore, amando

Sei nella sezione Commenti
 

 Guglielmo Peralta - 22/11/2013 22:56:00 [ leggi altri commenti di Guglielmo Peralta » ]

L’amore è salvifico, quando "splende" d’amore vero. Ci rende assoluti, svela il "canto", la bellezza che scioglie i "grumi" del dolore, trasforma tutte le cose in un cielo d’erba e muove tutto e tutti verso l’alto...Ed è, soprattutto, ’endecasillabica’ armonia!

 Lorenzo Mullon - 22/11/2013 18:10:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Mullon » ]

Quando splende amore diventiamo trasparenti, l’acqua santa che attraversa i nostri corpi, portandosi via i colori di troppo.

 Jacob Levi - 22/11/2013 11:56:00 [ leggi altri commenti di Jacob Levi » ]

E brava la mia Cristina!!
Come descrivi bene questa emozione intensa che chiamano amore -
come la immagini, la pensi, con la dolcezza necessaria -
e la delicatezza ( anche formale) e la forza che ne esalta il valore -
amore... amando - che rompe gli indugi, scoperchia le idee e le rende più vive -
che dormi meglio e se non dormi è meglio - che vivi di più le ore -

Bella la tua poesia. mi sento ringiovanito di qualche mese.
Clown

 Nando - 22/11/2013 06:52:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Oh, Cristina, quale splendido omaggio!
Ricevere in dedica i versi di una Poetessa quale sei tu e, ancor di più in assoluto, riceverli in trait d’union con una Poetessa tra le mie più amate anzi, direi la più amata, è un dono di rara predilezione. E hai ragione a parlare d’amore, perché è proprio della Poesia accarezzarci le anime, è della scrittura anche quella "terapia esistenziale" di cui autori e autrici sono i "medium".
Adesso spiegare perché tra molti validi poeti e poetesse, vivi nel corpo o ancora presenti con l’anima, io prediliga in modo particolare la Poesia di Amina non mi è semplice spiegarlo, chè scarsi i mezzi culturali di cui dispongo; brevemente direi che con Amina si può essere ciò che si è, perché il linguaggio con cui scrive i suoi bellissimi versi (chiedo scusa ad Amina se, in assenza di titoli - ma sono certo che per lei nulla che si misuri in questo modo abbia valore, lei è in dimensioni oltre e prossima ad ogni creatura, sì grande è la sua anima - provo a spiegarne le mie ragioni) sono come un "madre" che sempre ti accoglie e ti alza tra le sue braccia. E’ poesia colta ma non fa della propria cultura (il soggetto non è Amina, è la sua Poesia) una barriera inacessibile né chiede un abito nuovo ed elegante, ma ti lascia entrare al banchetto nuziale così come seì; un mare che ti bagna senza affogarti, anche se non sai nuotare. E non è fuori luogo parlare d’amore, nella scrittura accade sempre, ci s’innamora di in autore, magari vissuto secoli prima di noi. In fondo il Nome soggettivo di Dio è Amore e noi siamo a Sua immagine e a quet’Immagine sempre aneliamo in tutte le declinazioni creaturali umane. Quelli letterari, sono amori sempre leciti, che arricchiscono senza togliere o, nei casi staordinari del destino, addirittura sovrapponendosi in terra e cielo (sto leggendo una bellisssima testimonianza di una giornalista e scrittrice che, nella malattia "devastante" del marito amato, è riuscita a sopravvivere grazie anche a Etty Hillesum, nelle cui pagine del Diario, ha trovato le parole per ogni giorno. Diario che anche io ho amato e amo, autrice che ho amato e amo).
Ecco, Cristina, in modo confuso e primitivo, le ragioni della mia gratitudine a Te, e il mio ginocchio devoto ad Amina, la MiaInsuperabilePoetessa (spero nella sua clemenza, visto che sono l’infimo tra i suoi lettori, non un motivo di vanto).

Grazie ancora Prof, per un attimo mi scrivi in Poesia, io, che sono soltanto "quattrostraccisullapelle".

 Amina - 22/11/2013 00:29:00 [ leggi altri commenti di Amina » ]

Oh! Hapax è una parola nuova di oggi anche per me, da una lettura su Artaud definito da R. Barthes un hapax ...
ha un suono così bello e "’raro" che si è vestito con Amando come si conoscessero da sempre...
Notte Cristina ciao

 Cristina Bizzarri - 21/11/2013 23:16:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Sono andata a cercare "hapax"! Certo la mia parola ha un significato unico e particolare per una persona come te, e raro. Purtroppo non sono, io, rara, né le cose che dico carAminAm... ma ringrazio i tuoi occhi e il tuo cuore fraternamente Am-in-Ando di regalarmi un hapax così prezioso. Me lo prendo, lo tengo stretto.
:-D

 amina narimi - 21/11/2013 22:32:00 [ leggi altri commenti di amina narimi » ]

credo sia *Amando*
il tuo hapax più bello a farmi gli occhi chiari
per etimo ricostruzione significato originario
come nelle lingue Naturali ci siamo trovati
ad essere fratelli UnaVoltaPerSempre Amando
insieme le distanze che ci separano
alle vette, le cadute le rinascite invisibili

E’ la tua poesia un tango che ci lega nel suo passo dell’8
l’ll più bello..infinito
come una vite che sale ti dico grazieper sempre Cristina
carezzandoti il cuore, amando l’Amore