Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di cristina bizzarri
I ragazzi

Sei nella sezione Commenti
 

 Emilio Capaccio - 07/12/2013 16:04:00 [ leggi altri commenti di Emilio Capaccio » ]

"Habitat" alienante per questi ragazzi che si stringono in un intimo calore, asessuati, come angeli, con uno sguardo spento e compassionevole, con ali ripiegate e infreddolite.
Aspettano forse un’aria più mite per intraprendere il volo!

Ciao cara.

 Cristiana Fischer - 05/12/2013 18:03:00 [ leggi altri commenti di Cristiana Fischer » ]

sai Cristina, la tua poesia mi dispera. che questi ragazzi (e le ragazze?) non abbiano? non ascoltino? più "parole a nutrimento"... come se potesse rinascere a ogni generazione, l’umanità intendo... ma davvero noi adulti vogliamo, dobbiamo, abbandonare il nostro compito?

 Fiammetta Lucattini - 05/12/2013 12:21:00 [ leggi altri commenti di Fiammetta Lucattini » ]

Cari ragazzi, fatti salvi dalla loro età, crudeli loro malgrado, culturalmente impalpabili.
E chi li conosce, e con loro è in continuo viaggio, non può che amarli...

 Marco G. Maggi - 05/12/2013 11:52:00 [ leggi altri commenti di Marco G. Maggi » ]

Quanto li ami i tuoi ragazzi, cara Cristina! Credo sia l’unico modo per trasmettere loro qualcosa di buono: amarli! Loro sono generazionalmente diversi da noi, è certo, ma hanno anche tanti pregi che noi non abbiamo. E’ sempre dolce il suono della tua Poesia.

 amina - 04/12/2013 23:21:00 [ leggi altri commenti di amina » ]

Bellissimo dipinto, il suono conferito, la dolcezza, mi ha fatto immaginare quei ragazzi, che non si nutrono ormai di Noi, ma dietro ad uno schermo, con quei lucidi canali di fili leggeri a sfiorarsi con la mano che tocca la tastiera, gli basta, da terra a terra, stretti dentro quella loro cuccia, sempre con.di.visi. a considerarsi salvi

 Loredana Savelli - 04/12/2013 21:33:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Bella! I ragazzi e la loro innocenza, infine.
Occhio benevolo il tuo, ma lucido. Da sempre sono uno "spettacolo" interessante, dinamismo sano in sé. Bisogna crederci.

 Giorgio Cornelio - 04/12/2013 21:32:00 [ leggi altri commenti di Giorgio Cornelio » ]

Errata Corrige

Ti leggo spesso Cristina, anche quando sono fiato vacante...anche quando qui -su la Recherche- taccio la scrittura...

 Giorgio Cornelio - 04/12/2013 21:30:00 [ leggi altri commenti di Giorgio Cornelio » ]

Come Prevert, più di Prevert...

Posso solo ammirare in silenzio,oltre la stucchevole pretesa di dire quanto sia bella..

Ti leggo spesso Cristina, anche quando sono fiato vacante...anche quando (qui), su la Recherche) taccio la scrittura...