Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Fabrizio Giulietti
Relitti

Sei nella sezione Commenti
 

 Darlene - 22/07/2019 12:26:00 [ leggi altri commenti di Darlene » ]

L’immagine della croce torna spesso nelle tue poesie. Credo ci sia la necessità di punti fermi, di stabilire un contatto. Il fatto che assorba la terra, mi fa pensare che, oltre ad essere una sorta di certezza sulla tua mappa (l’immagino così), questa sia anche una radice, ormai. La radice è sia qualcosa di appesa, appunto, alla tua realtà profonda, quasi di nascita, che una sorta di appiglio da cui dipendere. Anche senza volerlo, questa croce rimane, nonostante il tempo e le relative conseguenze. Benché il titolo rimandi al passato, mi pare di cogliere un profondo slancio in avanti.

 Fabrizio Giulietti - 29/04/2019 15:24:00 [ leggi altri commenti di Fabrizio Giulietti » ]

grazie a te, elsa, a presto...

 Elsa Paradiso - 29/04/2019 08:31:00 [ leggi altri commenti di Elsa Paradiso » ]


Pochi versi, ma con la forza di una quercia!
Purtroppo … riflettono l’inevitabile.

Grazie, Fabrizio.