Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Giorgio Mancinelli
Appello per l

Sei nella sezione Commenti
 

 Giorgio Mancinelli - 06/10/2011 22:54:00 [ leggi altri commenti di Giorgio Mancinelli » ]

Per quanti vogliono conoscere la ex Birmania, oggi Myanmar,e mi rivolgo soprattutto alle nuove generazioni, non ci sono al omento granché di info che non siano quelle propagandistiche volute dal governo attuale. Come è nel mio solito, la raccolta di notizie, qualunque esse siano, sono ben accette. Pertanto voglio qui sottolineare l’esistenza (in dvd) di un capolavoro della cinematografia e delle letteratura che riguardano questo paese. Si tratta di: "L’Arpa Birmana", prodotto in Giaooone nel 1956 e vincitore del Gran Premio alla MOstra del Cinema di Venezia. In esso il regista Kon Ichikawa rivive gli effetti successivi alla guerra e la sua tragica disumanità. Realtà questa, pensate, che non è ancora venuta in questo paese d’Oriente un tempo gioiello di civiltà e di natura di grande bellezza. La trama del film, tratto dall’omonimo romanzo di di Michio Takeyama, è un poema lirico il cui pacifismo affonda le sue radici nella coscienza religiosa dell’uomo. Affronta, senza mediazioni né patetiche né estetizzanti, tale da poter essere un film attuale, i suoi temi di fondo raggiungendo momenti di dolorosa e maestosa bellezza. Gli fa da collante, per esprimere la dimensione mistica, la musica di Akira Ifukube che qui diventa veramente "religione", cioé collegamento tra l’uomo e il mistero, tras uomo e uomo, tra amico e nemico. Un film che la critica a suo tempo dichiarò: "contro la guerra, straordinario, commovente, memorabile".

 leopoldo attolico - 17/09/2011 13:30:00 [ leggi altri commenti di leopoldo attolico » ]

Sarebbe producente proporre questo intervento al "Fatto Quotidiano" .Uno dei suoi molti redattori se ne potrebbe occupare personalmente e dargli la visibilità che merita .
Naturalmente sottoscrivo l’invito dell’amico Giorgio , sperando di incontrarlo lunedì 19 p.v. al Cheese.

leopoldo

 Giorgio Mancinelli - 16/09/2011 18:03:00 [ leggi altri commenti di Giorgio Mancinelli » ]

Aggioungo qui una breve nota bibliografica che non ho inserito nel testo, poiché non era in mio possesso.

Il ritrovamento bibliografico di un volume sulle “Fiabe Birmane” (edito da Arcana Edirice 1989), rappresenta un vero tesoro da conservare. L’importanza culturale del quale va ricercata nelle scarse notizie riguardo alla ex Birmania compresa nell’antico regno del Siam, oggi Myanmar, da cui non arriva più niente, se non pessime notizie.
Il contenuto in indice: “Gli astrologi e il destino” – “Che cos’è la paura” – “Storie di principi e di Fate” – “Esseri mitici e straordinari” – “Ladri, ingrati e imbroglioni” – “Storie di Spiriti e di Nat” – “I furbi e gli sciocchi” – La logica delle cose” – “La storia che non ha una fine”.

Avvertono gli autori: “Sono questi solo alcuni dei temi e dei personaggi delle fiabe variopinte come il paese in cui sono sorte, la Birmania, e che recano le tracce di influenze indiane e indocinesi, buddiste e pre –buddiste”. Nella prefazione al volume, Guido Ferraro, ricercatore in Semiologia all’Università di Torino, e Gabriella Buscaglino, studiosa di folklore, hanno condotto un’attenta ricerca sul posto per raccogliere questo materiale, che risale acutamente alle origini dei vari filoni narrativi, rintracciandone nel contempo la specificità birmana.

 Giorgio Mancinelli - 08/09/2011 23:15:00 [ leggi altri commenti di Giorgio Mancinelli » ]

Carissima Loredana, non avevo dubbi che avresti risposto positivamente. No, non conosco altri siti. Grazie a presto!

 Loredana Savelli - 08/09/2011 14:35:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Oltre questo, intendevo:
http://www.avaaz.org/it/stand_with_aung_san_suu_kyi/97.php?cl_tta_sign=983ad338b40bf329dc69b634f03a0cb8

 Loredana Savelli - 08/09/2011 14:33:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Sottoscrivo senz’altro, conosci altri siti dove si possa aggiungere il proprio nome?