Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Giulia Bellucci
Percezione

Sei nella sezione Commenti
 

 Leonora Lusin - 23/07/2017 05:25:00 [ leggi altri commenti di Leonora Lusin » ]

Buongiorno Giulia, il ponte è da attraversare più e più volte, i vetri aguzzi sono la tua sensibilità, ci sono passata anch’io.
Credi, lo attraversi per forza di cose tutti i giorni...
Il nostro vero sè è davvero come una roccia.
"Immota attendo
per non perire"
Questa è la chiave....L’attimo eterno di sospensione, che ci permette la distanza e più in là anche un riso liberatorio...
Benvenuta nel Veromondo!

 Giulia Bellucci - 21/07/2017 08:40:00 [ leggi altri commenti di Giulia Bellucci » ]

Grazie Leonor, mi sono innamorata subito della tua soluzione che l’ho accolta subito. Mi piace molto di più così.
Alberto, purtroppo (parlo sì di me stessa ma mi riferisco anche in generale a tutti) quanto è difficile la comprensione vera! Degli altri vediamo quasi solo le maschere che portano per mascherare il proprio io! Difatti i social hanno catturato la gente proprio perché consentono più facilmente di mascherarsi. Ed è solo un esempio! Grazie del passaggio.

 Leonora Lusin - 21/07/2017 07:39:00 [ leggi altri commenti di Leonora Lusin » ]

Bella.
So che soffrirai ma ti tocca: ecco come risolverei il finale.



Immota attendo
per non perire mentre,
osservo dal mio guscio
e l’inquietudine, nasconde
la roccia.

Lavora sugli enjambents che sono tutto. E trova la tua soluzione.

 Alberto Becca - 20/07/2017 20:59:00 [ leggi altri commenti di Alberto Becca » ]

Se il ponte è fragile e pericoloso (cosparso di vetri) ci sono altri modi per attraversarlo: mongolfiera, drone, tappeti volanti. la storia e l’ esperienza dicono che spesso le barriere, gli ostacoli, li costruiamo noi stessi e quindi solo noi possiamo abbatterli (ammesso sempre che ne valga la pena, che sia fondamentale, obbligatorio conoscere il mondo "fuori")Ognuno ha tempi e modi propri per passare all’ altra riva (che, nel contesto di cui si tratta, sarebbe all’altro mondo, ma non sta bene) Cari saluti e auguri