Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Giulia Bellucci
Cinquanta

Sei nella sezione Commenti
 

 Giulia Bellucci - 03/01/2018 15:07:00 [ leggi altri commenti di Giulia Bellucci » ]

Grazie Millina. Una bellissima coincidenza compiere gli stessi anni a distanza di così pochi giorni l’una dall’altra. Auguri di nuovo.

 Millina Spina - 03/01/2018 12:47:00 [ leggi altri commenti di Millina Spina » ]

Brava Giulia, cinquanta giri di valzer (quanto i miei!) in questa vita a tratti faticosa. Mi piace la forza e la grinta che trasmetti attraverso questi versi "Ma non compro ai saldi. Pago sempre il prezzo pieno." senza scorciatoie, è un offrirsi in pienezza ai giri ancora concessi.
Tanti auguri!

 Giulia Bellucci - 03/01/2018 07:30:00 [ leggi altri commenti di Giulia Bellucci » ]

Grazie Giacomo per il tuo sempre gradito commento.

 Giacomo Colosio - 02/01/2018 17:47:00 [ leggi altri commenti di Giacomo Colosio » ]

Bella questa autodedica ai tuoi 50 anni, che paragoni ai giri del valzer...e sempre più stretti, è proprio così. A me, come pare di capire anche a Far Arden, è piaciuta molto la chiusa, che trovo azzeccata nella metafora usata e che è una dimostrazione di saldezza d’animo. Auguroni, allora, doppi e ritardatari ma sentiti. Ciaociao

 Giulia Bellucci - 01/01/2018 23:11:00 [ leggi altri commenti di Giulia Bellucci » ]

Grazie Alberto e Far Arden per i generosi commenti.
È una poesia che mi sono autodedicata per i miei 50 anni appena compiuti. Il valzer viene fuori dalla coincidenza oltra il capodanno e il mio compleanno. Non ricordo di aver spento mai una candelina, ma il valzer è sempre stati presente nel Concerto di Capodanno da Vienna da me seguito per btelevisione. Specifico che non so assolutamente ballare...Di nuovo grazie.

Commento non visualizzabile perché l'utenza del commentatore è stata disabilitata o cancellata.

 Alberto Becca - 01/01/2018 18:38:00 [ leggi altri commenti di Alberto Becca » ]

L’ augurio è che i sentieri futuri siano floridi e floreali, che i "giri" (di valzer, mazurka o altro non importa) siano ampi; la musica non finisce mai e, per chi ci crede, la danza puo’ continuare (in modo misterioso) per l’ eternità (la quale con i numeri nulla ha a che fare)