Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Ignazio Jimenez
minuti

Sei nella sezione Commenti
 

 Loredana Savelli - 17/02/2011 07:25:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Bella, immagini di immediatezza... pittorica.

 Maria Musik - 10/04/2009 18:12:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Intensa e bella.

 Roberto Maggiani - 10/04/2009 14:50:00 [ leggi altri commenti di Roberto Maggiani » ]

Interessante come sia centrale, anche in questo testo, il secondo pubblicato su larecherche, il colore rosso/vermiglio (cito dal tuo "Il Terebinto": "...Ho staccato un fiore e sono stillate alcune gocce di linfa di un colore uguale a quello del sangue..."), rappresentativo di una sorta di catarsi, anche immaginabile come un guado, un passaggio, tanto per rimanere in tema pasquale, da una visione/esperienza negativa a una risurrezione/visione positiva del circostante mondo e delle proprie relazioni con esso. Mi piace dei tuoi testi la loro accentuata connotazione metaforica che conduce sempre alla visione positiva delle proprie esperienze.

 Alessio Romano - 10/04/2009 14:09:00 [ leggi altri commenti di Alessio Romano » ]

Bella.