Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Ivan Pozzoni
La malattia invettiva

Sei nella sezione Commenti
 

 Ivan Pozzoni - 23/06/2018 01:33:00 [ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

Questo frammento chorastico ha ricevuto Segnalazione al Premio Lorenzo Montano (https://www.anteremedizioni.it/una_poesia_inedita_esiti_parziali).

L’essere menzionato (come nel 2017) o segnalato nei concorsi internazionali è sintomo di irreversibile ammuffimento della mia avena poetica.

 Ivan Pozzoni - 01/06/2018 15:59:00 [ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

In realtà desideravo solo comunicare al mondo che ignoranti e menefreghisti peggiorano moltissimo la mia ernia iatale/gastrite.

Penso che sia un tema classico della poesia contemporanea :-p

 Klara Rubino - 01/06/2018 14:39:00 [ leggi altri commenti di Klara Rubino » ]

"nei meandri labirintitici della mia malattia invettiva" opportunamente
ci sta un ermetico!
In effetti il lato divertente è il primo e più diretto strato.
Mi ha colpito il collegamento che condivido tra egopatia e xenofobia, spesso unite ad un grossolana ignorante generalizzazione tendente al disprezzo.
Mazinga inoltre sostituisce la classica figura mitologica normalmente inserita nelle poesie canoniche, a specchio dei nostri tempi, dove ci si "accultura" più di fronte ad uno schermo che ad un libro!
Molto intensa la chiusa, un concentrato di significati filosofici concatenati che fanno da sfondo al testo ed alla tua poetica.

 Ivan Pozzoni - 01/06/2018 13:17:00 [ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

«emetto, in eccesso, acido cloridrico e smetto di disinibire la pompa protonica// con la disperazione di un Mazinga mandato in bianco dalla donna bionica».

Non credo che in Italia, attualmente, tu abbia l’opportunità di leggere versi così. Magari su Atelier, tra un ottonario e un trimetro giambico.

La malattia invettiva è un male inculabile e io so er metico (er metico de li mortacci).

Abbbrrraccci

 Klara Rubino - 01/06/2018 13:10:00 [ leggi altri commenti di Klara Rubino » ]

Una risposta una conferma!

 Ivan Pozzoni - 01/06/2018 12:43:00 [ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

La malattia invettiva è un male inculabile (anonimo cinese del XXI^ secolo).

 Klara Rubino - 01/06/2018 12:02:00 [ leggi altri commenti di Klara Rubino » ]

Ivan!!
Molto acuta e divertente...non sapevo che Mazinga ci avesse provato con la donna bionica!
E mi dispiace per le tue gengive ossidate dai reflussi letterari!
Che brutta la malattia invettiva! ( fosse solo quello!)
...prova qualche dentifricio consigliato dalle specialiste!