Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Giovanni Rossato
L

Sei nella sezione Commenti
 

 Salvatore Pizzo - 16/04/2019 02:23:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Già: impossibile dirsi"perduti"in un giorno di sole ch’è primavera. Qua si ricomincia. O, almeno, si dovrebbe ricominciare. Non fosse per queste guerre, stragi e crimini vari che ci si affastellano sulle spalle come nella coscienza, facendoci temere che non ci sia domani. Anche se, il domani, sempre più ci pare dipendere da un logaritmo, piuttosto che dal nostro disseminare la storia di delitti...
La prima strofa lascia senza fiato per come scorre senza conceder soste e per le immagini che suggerisce, elementi del cumulo di rovine fumanti che"l’angelo della storia" constata volando con lo sguardo rivolto al passato. Ed arrivando al punto finale che ci si è sull’obiettivo e ben carichi. La chiua poi, un barlume di speranza lo lascia fiorire.....
Molto intensa ed apprezzata. Grazie anche per avere ricordato quel che sembra ormai rimosso dalle coscienze....
Ciao