Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Loredana Savelli
Pretenero

Sei nella sezione Commenti
 

 Stefano Zangheri - 17/07/2012 12:31:00 [ leggi altri commenti di Stefano Zangheri » ]

Rassegnazione globale nelle società che non riescono a trovare motivazioni esistenziali,il bianco e il nero sono un unico grigio e non basta.Ma la capacità di osservare e descrivere significa che esistono le capacità individuali,il seme che ha fatto nascere ogni cosa.Per questo ti faccio tanti complimenti.Un saluto,a presto.

 Leonora Lusin - 16/07/2012 16:19:00 [ leggi altri commenti di Leonora Lusin » ]

Di ineffabile malinconia: è uno di quei testi che la mia percezione trasforma subito in chiarissime immagini:l’ho proprio visto il tuo prete nero.

 Giovanni Degli Esposti - 14/07/2012 19:04:00 [ leggi altri commenti di Giovanni Degli Esposti » ]

"ogni mattina dimenticare
schiarire gli occhi, e consegnarsi."
Forse è proprio questo che ci insegna la strategia dell’Amore vero... e forse il pretenero, simbolo di distanze oceaniche,chiuse nella mitezza stessa del suo sguardo, che tanto ti ha colpito, Loredana... forse è proprio quello sguardo a parlarci dell’universalità cosmica di questa "strategia". Il saper dimenticare "ogni mattina" e vedere ogni cosa, soprattutto ogni altra persona (prossimo evangelico), in modo nuovo: con gli occhi di Dio, gli occhi dell’Amore vero... che ci chiede proprio di "consegnarci"... "con estrema fiducia" e con assoluto abbandono, come dice una bella Preghiera di Charles De Foucauld: "Padre mi abbandono a te...". E’ forse questa lezione d’Amore che il tuo pretenero, Loredana, è venuto a ricordarci, da oltre gli oceani e sprofondato nella quotidianeità afosa di una grande metropoli, piena di vuota ritualità. In questo abbandono/consegnarsi è forse anche la risposta agli interrogativi della "Signora Paura" della tua precedente poesia.

 Luciana Riommi Baldaccini - 14/07/2012 12:16:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi Baldaccini » ]

Semplicemente bella!

 Cristina Bizzarri - 14/07/2012 11:11:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Molto bella. A Nando: sei proprio sicuro che ci sia un brand, un marchio "autenticamente cristiano"? A me sembra stia tutto im quel "ma io vi lascio um solo comandamento...". E l’amore Nando ha secondo te un’appartenenza, si puo’ imbottigliare con um’etichetta altrimenti non e’ amore? Che a uno piaccia un suo suono, una sua sfumatura, non credo voglia dire che c:’e’ solo quella. Vorra’ dire, piuttosto, che si conoscono o si sono scelte quelle fra tante altre che, tutte, appartengono al linguaggio degli uomini. Ma mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero che sempre apprezzo per la sua onesta’. Grazie del tuo spazio Loredana, e’ bello parlarci.

 Cristina Bizzarri - 14/07/2012 11:10:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Molto bella. A Nando: sei proprio sicuro che ci sia un brand, un marchio "autenticamente cristiano"? A me sembra stia tutto im quel "ma io vi lascio um solo comandamento...". E l’amore Nando ha secondo te un’appartenenza, si puo’ imbottigliare con um’etichetta altrimenti non e’ amore? Che a uno piaccia un suo suono, una sua sfumatura, non credo voglia dire che c:’e’ solo quella. Vorra’ dire, piuttosto, che si conoscono o si sono scelte quelle fra tante altre che, tutte, appartengono al linguaggio degli uomini. Ma mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero che sempre apprezzo per la sua onesta’. Grazie del tuo spazio Loredana, e’ bello parlarci.

 Loredana Savelli - 14/07/2012 09:38:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

a Nando. Sì, gli occhi sono oceani.
Ciao, buon sabato e buona estate.
a presto

 Ferdinando Battaglia - 14/07/2012 09:35:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

QUesta è tipicamente di Loredana Savelli, quasi un ritorno alle origini(ma non c’è "stagione" tua che non piaccia); e se all’inizo della lettura ho diffidato per il tema, alla fine l’ho trovato di un collegamento eccezionale, autenticamente cristiano. Chiusa di paricolare bellezza, se interpeto bene la metafora degli oceani tristi con gli occhi del "pretenero"(ad ogni modo, bei versi).

Ciao Lory