Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANNIVERSARIO PROUST: 10 luglio 1871 - 10 luglio 2019
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Luciano Lodoli
Senso di colpa e colpa

Sei nella sezione Commenti
 

 Luciano Lodoli - 29/11/2011 09:09:00 [ leggi altri commenti di Luciano Lodoli » ]

Ecco che anche qui vediamo che da ogni riflessione su senso di colpa opaco e distruttivo e riconoscimento di colpa eventuale e "riparabile" si intravede un possibile recupero positivamente generativo di propri costrutti autonomi e maturi che ci può liberare dall’impotenza nei confronti deil’effetto tipo kriptonite (vedi Superman) dei "doppi vincoli" batesoniani...

 guido brunetti - 29/11/2011 07:50:00 [ leggi altri commenti di guido brunetti » ]



Un tema fondamentale- quello di colpa e senso di colpa-, che accompagna l’uomo fin dall’ inizio dei tempi.
In psicoanalisi e psicopatologia, il senso di colpa è una patologia che assume i connotati di una condizione devastante, a partire dalla prima infanzia.
Freud e altri autori postfreudiani hanno sviluppato il concetto della colpa normale e patologica, cercando di comprenderne il senso intrapsichico profondo e inconscio, la sua angoscia depressiva e l ’ immagine distruttiva e persecutoria del fenomeno.

 Luciano Lodoli - 27/11/2011 13:17:00 [ leggi altri commenti di Luciano Lodoli » ]

Sostituisco nel commento "proprio come è avvenuto con voi" a "proprio come è avvenuto con te".

 Luciano Lodoli - 27/11/2011 13:14:00 [ leggi altri commenti di Luciano Lodoli » ]

Naturalmente un aforisma non può esaurire un discorso (che non desiderei comunque fare in modo frettoloso ed episodico).
La mia frase mi pare suggerisca riflessioni a chi la legge, proprio come è avvenuto con te, più di questo non può.
La mia concezione della psicoterapia ha come principio quello di non imporre, nè suggerire, un proprio modello conoscitivo ma di favorire il processo di rigenerazione di specifici significati personali del cliente, quando e solo quando, questi siano vissuti con sofferenza e problematicità.
Il mio interesse è rivolto a come un determinato individuo vive un particolare sentimento (emozione + cognizione) in determinati contesti, non certo a creare una "reificazione" di un qualsivoglia concetto.

 Mauro Iozzi - 27/11/2011 13:10:00 [ leggi altri commenti di Mauro Iozzi » ]

Mi permetto di dire questo
il senso di colpa non è che un gioco al massacro indotto dall’IO, per tener legato un uomo al passato...ma il passato è come un secchio di cenere....

 Lorena Turri - 27/11/2011 12:54:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

E se proviamo sensi di colpa senza riuscire ad ascriverci delle colpe?
Perchè certi sensi di colpa nascono dal fatto che si è colpevolizzati da altri per una azione che abbianmo compiuto finalizzata a tutt’altro che a nuocere agli altri medesimi.

 Luciano Lodoli - 27/11/2011 12:49:00 [ leggi altri commenti di Luciano Lodoli » ]

Sì, apprezzo l’autore.

 Loredana Savelli - 27/11/2011 08:57:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Posso chiederti un parere?
Hai letto il libro di Lucio Della Seta: "Debellare il senso di colpa"? Cosa ne pensi?