Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Salvatore Violante
La modernità

Sei nella sezione Commenti
 

 salvatore violante - 03/12/2013 18:35:00 [ leggi altri commenti di salvatore violante » ]

è solo metafora della nostra societa. Religione dell’apparire.

 Luciana Riommi Baldaccini - 27/07/2012 01:05:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi Baldaccini » ]

"l’ingegno in-forma paradisi e inferni": già, l’hybris della cosiddetta "ragione cosciente" che vuole metter mano a tutto e che tutto riduce a "cosa" su cui metter mano! l’arrogante modernità.

 Ferdinando Battaglia - 26/07/2012 20:56:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Non conosco molto la biografia letteraria di Salvatore Violante, ma è facile intuire di essere di fronte ad un’auotrevole voce poetica del panorama attuale e un intellettuale cui è possibile parlare con cognizione di causa. Quindi per me intervenire in questo spazio di così alto livello è rischiare di dire molte sciocchezze, però confido nella franchezza leale della reciproca accoglienza.
Sul piano estetico nulla da dire: l’arte è arte, e si riconosce anche per istinto. Per quanto riguarda il contenuto, invece, restando sul pino della metafora chiedo: non è un altro inferno imporre modelli socialmente vincenti lasciando a terra una massa d’informi? Se per essere - ed esistere - occorre apparire secondo canoni "elitari" socialmente vincenti - quindi dominanti - , non è generare un insieme di emarginati oppure di "siliconati"?
Forse una giorno sarù più facile accettare la verità e il limite se non verrà utilizzata come strumento di potere e imparerà a coesistere con forme diversamente "vere".

Grazie per lo spazio e un augurio di buona serata

 Maria Musik - 26/07/2012 19:49:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Et voilà: un affondo alla Violante. Ma si parla solo di gioventù riacquistate grazie alla chirurgia ed alla pillola blu? Ma... parrebbe... se non fosse per quel "Vai, grida, -Meraviglia! è tempo questo/che aggiusta tutto il testo col contesto!". Forse il nostro graffiante Salvatore ci sta mettendo una pulce nell’orecchio? Ai contemporanei l’ardua sentenza!