Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Roberto Maggiani
Paese in pezzi? I monti e i fiumi reggono

Sei nella sezione Commenti
 

 Maria Musik - 16/02/2012 21:21:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Credo sia un’operazione di grande valore quella di assicurare una traduzione che non "sconvolga" le opere poetiche di autori stranieri e ce le restituisca, quanto più possibile, gravide del senso e degli "umori" originali.
Mi colpisce la scelta di significare questa accuratezza anche attraverso la "confezione editoriale". Certo, il tutto è destinato agli amatori e, di primo acchito, sa un po’ di elitario. Ma, è pur vero che, se operazioni simili si fanno per un sigaro od una bottiglia di vino, perchè non poterle pensare per la poesia che è strettamente connessa al piacere estetico? Inoltre, non nascondiamoci dietro facili demagogie, ammettendo che la tradizione poetica cinese non è largamente conosciuta ed accessibile ai più. Non so quale sia la politica della casa editrice ma spero che, esaurita l’operazione di alta qualità, si possa pensare ad una diffusione su "più ampia scala", magari di “estratti” che aiutino gli amanti della poesia, meno acculturati in materia, ad avvicinarsi a questa espressione della cultura orientale.