Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Paolo Melandri
Considerazioni sulla poesia romantica

Sei nella sezione Commenti
 

 Cristina Bizzarri - 07/07/2015 14:28:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Grazie di questa proposta di una parte del saggio di Leopardi - mi sembra tu l’abbia messa nel luogo sbagliato - quanto mai "moderna"! Anzi no, non moderna, sarebbe contraddire proprio quello che lui dice. Dove la ragione, la logica e la scienza prendono il sopravvento, l’immaginazione si inaridisce. E proprio questo Leopardi teme dai Romantici mi sembra, cioè che si allontanino troppo dalla natura, dalla meraviglia e dallo stupore che i suoi fenomeni fanno nascere in noi - per razionalizzare e voler spiegare tutto, invece di coltivare l’awe".