Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Vlad
il mio corpo è vergine da sempre

Sei nella sezione Commenti
 

 Pigy - 29/06/2015 09:10:00 [ leggi altri commenti di Pigy » ]

la verginità è uno stato di coscienza, l’atarassia forse è qualcos’altro, come "sa chi per lei orgasmo rifiuta"...una rima con "entusiasmo" sembra fuori luogo, ma perché porre limiti alle consonanze linguistico-semantiche? ognuno sia libero di auto-verginizzarsi, il resto è la mortal noia del sesso precotto...p.s. io vado matto per la tartare ;))

 Cristina Bizzarri - 28/06/2015 15:01:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Una lucidità estrema sconfina necessariamente con la follia, e da lì - solo molti poi dopo - si riparte. Questa tua mi riconduce alle albe di Rimbaud, alla sua verginità assoluta e, per questo, poi, destinata alla sconfitta. Altrimenti non potrebbe essere poesia. E, a mio avviso, da non critica e non molto altro, ma forse appunto per questo primitiva nel sentire: molto bella.