LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Andrea Pighin
Busserà la fine

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Busserà la fine

e avrà un gran fastidio

quando avrà scoperto

il nostro sgomento.

Saremo entusiasti

un poco contrari,

ma dietro il gran carro

ci faremo schiavi sconsolati.

Saremo appestati

per la terra nuova,

un lutto agognato

da mille nature.

Busserà la fine e avrà un tormento

quando avrà scoperto

questa nebulosa

dove errano i resti

di un'impresa conclusa

già da tempo,

da una stirpe ottusa.

 Ivan Pozzoni - 07/02/2018 15:51:00 [ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

Bella! :-)

 Andrea Pighin - 31/01/2018 20:59:00 [ leggi altri commenti di Andrea Pighin » ]

Forse il vecchio impara ad accettare il flusso della vita con maggiore serenità poiché percepisce l’incapacità di un cambiamento. Nel giovane vi è spesso il desiderio di stravolgere una parte di quell’inesorabile divenire, affinché quanto è negativo non superi mai il Bene. E il richiamo sveviano è constatazione della realtà di fatto, ovvero del timore di poter perdere ogni occasione di vivere. Semplicemente vivere, sia che si scelga un approccio pessimista che ottimista: è solo questa la rivendicazione.

 Angelo Ricotta - 28/01/2018 00:16:00 [ leggi altri commenti di Angelo Ricotta » ]

Se Leopardi fosse vissuto molto più a lungo probabilmente sarebbe diventato più ottimista. Chissà perché certi giovani si comportano da vecchi e si immaginano già con un piede nella fossa! Ti svelo un segreto: da giovane anch’io ero molto più vecchio di adesso. Mi sentivo vecchio. Avevo pensieri tenebrosi tipo il Roderico Usher di Poe. Ma via via che i decenni trascorrevano i miei pensieri si rasserenavano. Sentivo sempre più intensamente il gusto di vivere. Diventavo sempre più giovane. Naturalmente non come fisico ma mentalmente. Ora da vecchio mi sento come un fanciullo. Perciò hai un’ottima prospettiva davanti a te, una quantità di decenni di progressiva giovinezza.

 Arcangelo Galante - 25/01/2018 12:20:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Un’introspettiva pubblicazione fortemente significativa e profonda!
Emotive descrizioni, calzanti a pennello col contenuto, accompagnate anche dalle riflessioni e dalle percezioni avvertite dal poeta, completano il valore dell’intero testo.
Poesia apprezzata per stesura e per l’emblematico contenuto.
Cordialmente, saluto.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.