LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Franca Colozzo
In memoria

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

                   In memoria di mio padre, vittima della follia nazista.

 

Mio padre, ufficiale della Marina Militare Italiana,  fu catturato dopo l'8 settembre 1943 e deportato dai nazisti in un campo di concentramento in Polonia. Dopo oltre un anno di lavori forzati e di abusi che lo avevano ridotto pelle e ossa, fu liberato dai russi verso la fine della guerra, sopravvivendo a quell'inferno. Durante la sua vita portò in sé gli strascichi di una malattia polmonare a causa della prigionia, conseguenza delle terribili condizioni di vita nel campo,  per cui morì  all'età di quasi 68 anni. Nonostante tutto, può essere ritenuto fortunato rispetto a coloro che sono stati sterminati nei diversi campi di concentramento. Nella sua vita non ha avuto né medaglie né pensione d'invalidità.

Ora che è deceduto da  più di  25 anni, sto cercando di fargli ottenere una medaglia al merito, in modo che la sua memoria possa vivere per sempre in noi e nei suoi eredi.

 

 

My father, an officer in the Italian Navy, was captured after September 8, 1943 and deported by the Nazis in a concentration camp in Poland. After over a year of forced labor and abuses that reduced him skin and bones, he was liberated by the Russians towards the end of the war, surviving to that hell. During his life he carried within him the signs of weakness due to the inmprisonment, that's why he died at the age of almost 68 years. Despite everything, he was lucky compared to those who were exterminated in the different concentration camps. In his life he had neither medals nor additional disability pensions, like a lot of Italians who had never really fought, but now that he is dead 25 years ago I'm trying to let him get a medal in memory so that he will always live in his family.

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.