LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Franca Colozzo
Non amo del Natale…

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Poesia del 2017, riveduta e corretta, con inserimento della versione in lingua inglese, liberamente tradotta dalla sottoscritta.

 

  L'immagine può contenere: fuochi_d'artificio, notte e spazio all'aperto

 https://www.linkedin.com/feed/update/urn:li:activity:6481213799331303424/

 

 

NON AMO DEL NATALE … 

Non amo del Natale… quel falso buonismo,

quella smania sfrenata di consumismo

come fuoriusciti da guerra o fame,

quelle luci sospese ad estasiare

  adulti-bambini cresciuti male

omologati in conformismo,

  inutili regali reclamizzati

   da media e televisori.

 

Inclini al consumismo,

schiavi d’invisibili padroni,

crediamo d’essere migliori…

Ipocriti, demoni o devoti,

spinti ad oltrepassare soglie

sacre, nell’anno mai varcate,

bramiamo una benedizione

che ci scrolli di dosso

ogni cattiva azione.

 

Così l’ignavo passa la sua vita

  di Natale in Natale.

Vedessi che fatica piluccare

il panettone, recitar un’orazione,

dare un obolo per assuefazione,

fregandosene di poveri emarginati

di massacri d’infanti in Yemen e Siria

e di continue ecatombi di migranti! 

 

* 

 

   OF CHRISTMAS I DO NOT LOVE...

 

     I do not love of Christmas... that false goodness, 

that craving unbridled by consumerism 

like escaped from war or hunger, 

those lights suspended to entrap 

adult-children badly grown up  

with useless gifts advertised 

from media and televisions.  

 

Incline to consumerism, 

slaves of invisible masters, 

we believe we are better... 

Hypocrites, demons or devotees, 

pushed to go beyond holy thresholds 

never crossed in the year, 

we crave a blessing able  

to take us off any bad action. 

 

Thus the foolish spends his life 

from Christmas to Christmas. 

How is hard to eat 

the "panettone", reciting a prayer, 

to give a donation for addiction, 

not caring about poor marginalized people. 

massacres of infants in Yemen and Syria 

and ecatombe in the sea of migrants!

 

By Franca Colozzo

 

 

 Franca Colozzo - 27/12/2018 23:03:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Cara Edi, ho fatto come te quest’anno, complice l’assenza della mia adorata nipotina, che è andata in Texas con i suoi genitori per trascorrere il Natale insieme ai nonni paterni. L’altra mia figlia Mara, che la pensa come te e vive negli Emirati Arabi, era da noi. Purtroppo si è perso il senso della festa Natale soprattutto da quando è morta mia madre, che invitavo a casa mia.
Gli odori e i sapori di un tempo sembrano essere annientati da tutte le brutte notizie che ci colpiscono a raffica. Vedi migranti, bambini preda di guerra e di fame, donne violentate e uccise e proprio non mi è parso opportuno festeggiare in mezzo a questa drammatica realtà.
Anch’io credo più in una rinascita verso il buono ed una spiritualità che si è andata man mano disgregando in mille consumistici riti. Speriamo in un 2019 dal volto più umano, senza guerre e senza odi, con l’auspicio di ogni bene per tutti gli uomini di buona volontà.
Un affettuoso abbraccio. Buona notte.

 Edi Davoli - 23/12/2018 20:04:00 [ leggi altri commenti di Edi Davoli » ]

Condivido Franca la tua lirica. Non festeggio il Natale, che tra l’altro non ha nulla di cristiano, nemmeno la data. Ogni giorno la nostra vita dovrebbe essere un natale, una rinascita spirituale verso il buono e il divino. Un abbraccio

 Franca Colozzo - 21/12/2018 22:51:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Grazie @Salvatore Pizzo e @Gianni Vavassori del vostro gradito passaggio.
Sarà che il periodo natalizio ormai mi opprime tra regali e cenoni (che si vanno sempre di più diradando per scelta mia personale) e tra ipocrisie ed auguri rituali! Sarà che ogni anno che passa avverto una sempre maggior insofferenza verso queste feste!
Sta di fatto che non sopporto più la pubblicità, segno di invecchiamento annunciato. Manca oggi quel sapore di famiglia che, al di là del cibo e dei regali, faceva sentire attorno a noi l’affetto e la vicinanza dei nostri cari. Oggi tutto si è trasformato in una folle e consumistica corsa che ha trasformato questo periodo in una rassegna di merce da smistare a degli uomini senz’anima.
Comunque, Gianni, mi sembra di averla letta quella tua poesia "Non solo a Natale", dove anche tu lamentavi la situazione che ho descritto.
Faccio a te e a Salvatore i miei auguri più affettuosi di un sereno Natale. L’anno che verrà, poi, sarà tutto da scoprire, mi auguro in meglio. La speranza è sempre l’ultima a morire!

 Gianni Vavassori - 21/12/2018 22:22:00 [ leggi altri commenti di Gianni Vavassori » ]

Carissima Franca, approvo la tua poesia di protesta. Ho scritto tempo fa la poesia ’’Non solo a Natale’’. che dice tanto. Ciao Buone feste.

 Salvatore Pizzo - 21/12/2018 01:27:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Che dire: scorre sul palato e poi in bocca, con quell’amarognolo frizzante che impedisce anestesie o rimozioni di stampo natalizio. Quindi non si può che condividerla ed apprezzarne anche il tono così pressante e, allo stesso tempo, elevante...
Grazie per la sferza, con un più che caro saluto ed un augurio per delle festività serene....

 Franca Colozzo - 20/12/2018 19:38:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Cara Giulia, è proprio questo l’aspetto del Natale che m’indigna. Non amo più come una volta gli inutili cenoni, le feste e le scorpacciate. Mi sembra tutto vano, forse perché mi sono morti i genitori, oltre ai suoceri, e le figlie poco seguono le follie del consumismo.
Cerchiamo nel nostro piccolo di allontanarci dalla frenesia del Natale, puntando di più sulla spiritualità e l’amore verso gli altri, meno fortunati di noi.
Ho pubblicato su Linkedin un video sul presepe vivente di Maranola (piccola frazione di Formia, a 7 km. da Gaeta, la mia città natale) per spostare l’attenzione verso le tradizioni di un tempo ormai relegato nella mia mente. Basta copiare e incollare su Google il seguente link:
https://www.linkedin.com/in/franca-colozzo-55022459/detail/recent-activity/shares/

Colgo l’occasione per porgere a te e famiglia i miei più sentiti auguri di buone feste con la speranza che l’anno nuovo porti salute, felicità e amore a tutti noi. Un affettuoso abbraccio da parte mia.

 Giulia Bellucci - 20/12/2018 18:57:00 [ leggi altri commenti di Giulia Bellucci » ]

Ciao Franca. È sempre un piacere leggerti. Il Natale ormai alle porte mette tanta frenesia in corpo, le corse ai regali, i preparativi di cene, pranzi, gli scambi di auguri col sorriso sulle labbra e le incomprensioni nel cuore. In questo periodo molti pensano di potersi scrollare di dosso l’indifferenza verso gli altri, i più sfortunati, facendo delle piccole opere buone, giusto il necessario per potersi sentire più buoni e in armonia con questo periodo. Recita una poesia di Rocco Scotellaro
È bello fare i pezzenti a Natale
perché i ricchi allora sono buoni;
è bello il presepio a Natale
che tiene l’agnello
in mezzo ai leoni.
Purtroppo poi Natale passa e le cose tornano uguali.
Ti auguro una felice serata.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.