LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di cristina bizzarri
17:58 - l

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]
Forse quel giorno io camminavo,
piccola,
per la mia strada dove sono più le idee
di sogni seminati tra due libri o passi
fatti verso sera fuori casa
mentre due parole cariche di affetto
medicano l'oggi per domani -
idee che dico e spargo
qui, dove l'intorno sono pochi muri
e un girotondo d'occhi che mi stringe spesso
come fa con l'albero il recinto che lo nutre
e lo sostiene - amato -
mentre tu
lanciato dal tuo nome alto
in un destino umano vasto luminoso
e nero
come la notte che prepara l'alba
trapuntandola tra stella e stella -
immergevi le dita e il pensiero
fin dentro il male fondo con paura
sorridente e non mollavi, nonostante
un eroismo finto di potere ti chiedesse
un passo indietro, solo un passo
e non saresti esploso come esplodono le stelle
che scompaiono alla vista
o come un corpo dilaniato nell'orrore senza tempo -
ma in un getsemani deserto di stupore
rimani
a dirci che sei stato solo un uomo -
e l'odio vince sempre dove non si è umani,
dove si vomita un tripudio di sangue come fiere
mute e sazie, nelle pupille l'ombra impotente
di chi, vittima in lotta, muore ogni volta
che non appare l'uomo.




 Lorenzo Mullon - 23/05/2014 23:19:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Mullon » ]

l’uomo è proprio questo, la paura che si sperimenta
non troverai nessuno di umano, quando troverai un nessuno

 Ferdinando Battaglia - 23/05/2014 21:03:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Grazie Cristina.


 mareaperto - 23/05/2014 20:16:00 [ leggi altri commenti di mareaperto » ]

questa ha un posto suo, da parte a parte, perché io possa ritrovarla subito.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.