LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Elsa Paradiso
S u b l i m e

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

 

Angoli e triangoli fagocita il Cerchio

incinto d’esistenza

imperscrutabile

 

(Ha iperboli d’incognite

doremifasol d’infinite posizioni)

.

Lampeggiano tuoni dentro le fronde

a vivida pioggia che bagna e tempesta

rosa dei venti.

La sua corsa impazzita di bosco,

dove la luna infuoca

scissa in scintille

cruna per cruna

cedendo alle carezze del sole

.

Ma è all’apice dell’atto che ogni domanda tace

e un fiume di latte

fra le coste del monte

brilla sublime

 Nando - 26/11/2014 07:18:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Tu inebri il lettore con una scittura che diventa nella lettura:
"(...) apice dell’atto che ogni domanda tace
e un fiume di latte
fra le coste del monte".
Perché, di là dell’interpretazione "corretta" - quanto necessaria ad un’opera d’arte? - che resta sulle spalle del lettore come responsabilità "morale",
questa rimane, non come residuo ma come sovrabbondanza d’immagini e senso, alla visione fruitiva del testo: un’esperienza dei sensi, se l’aggettivo sensuale non rischiasse il decadimento di accezione interpretativa, ma se correttamente "imposto" al testo, non mancherebbe di essere un ottimo riconoscimento ai meriti artistici ed intellettuali della poeta.
Ora il rischio per me è alto, la libertà interpretativa che tu, per lucida scelta di stile e di parte, concedi al lettore pone non solo il problema - minore - di non riuscire a "ricreare" con l’atto di lettura i sentimenti autorali del testo ma, peggio, di tradirne la radice di senso; ma mi consegno e "autodenuncio":
Alle papille gustative della mente e degli occhi, questa poesia "brilla sublime". Seduce, emoziona ma senza "corrompere".

Ciao Elsa

 Sara Cristofori - 25/11/2014 18:56:00 [ leggi altri commenti di Sara Cristofori » ]

letta d’un fiato, travolgente e bella... ciao Elsa :)

 Lorenzo Mullon - 25/11/2014 13:03:00 [ leggi altri commenti di Lorenzo Mullon » ]

scusa ma sono fermo alla prima riga
troppa emozione
evviva le linee curve che inghiottono gli spigoli!
sapessimo interpretare bene questo
farne carne sangue e spirito
arriveremmo diritti alla gioia
senza passare per il via
< è che siamo un po’ tonti, chiusi, tutti noi, almeno mi sembra, magari sbaglio eh >

 Silvia De Angelis - 25/11/2014 09:01:00 [ leggi altri commenti di Silvia De Angelis » ]

Una forma poetica, quanto mai notevole, per estasiarsi del creato, in ogni sua manifestazione.
Davvero molto bella, questa tua
Buona giornata, Elsa, silvia

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.