LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo proposto da Francesco Casuscelli
Je ne suis pas.

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Je ne suis pas ...

Je ne suis pas une masse sombre
indécise

j'ai des yeux une bouche

des yeux pour voir que tu ne veux pas

me voir

une bouche qui avale le silence

Je ne suis pas qu'une main tendue

je peux aussi serrer des mains

toucher des coeurs

Je ne suis pas une masse sombre
indécise

je suis une présence

j'ai des rides comme des cicatrices du passé

ma peau est tannée par mes nombreuses marches

et tous les soleils que j'ai pu vivre

Je ne dors pas je veille

je me souviens toujours de mes sommeils d'avant

toujours à regret des lits tièdes et des maisons pleines

Je ne sais plus si je rêve encore car j'ai faim et soif
froid et chaud

Ma vie n'est pas un rêve éveillé

mais une prison aux murs invisibles

que tu as construite pour moi

que tu construis

quand tu ne veux pas me voir

 

Eric Dubois

Io non sono…

Non sono una massa oscura

indeciso

ho gli occhi e una bocca

degli occhi per vedere

che tu non mi vuoi vedere

una bocca che ingoia il silenzio

Io non sono solo una mano che aspetta

posso stringere le mani

toccare dei cuori

Io non sono una massa oscura

indeciso

io sono una presenza

ho delle rughe come cicatrici del passato

la mia pelle è abbronzata dal tanto cammino

e di tutto il sole che ho potuto vivere

Io non dormo ma veglio

mi ricordo sempre dei miei sogni precedenti

sempre a malincuore i letti tiepidi e le case piene

Non so più se sto sogno ancora poiché ho fame e sete

freddo e caldo

La mia vita non è un sogno ad occhi aperti

ma una prigione con muri invisibili

che hai costruito per me

che tu costruisci

quando non vuoi vedermi

 

Francesco Casuscelli

 

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.