LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Giorgio Mancinelli
’logori epitaffi’

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

'logori epitaffi'

bandiere sparse a ricordo
di vecchie guerre forse o giochi
statuette d’ebano ninnoli impolverati
libri nello scaffale pieni di parole
sillabe incerte nel contesto giornaliero
soffocate a coperte di pelle di tela
che reggilibro tengono prigioniere

soffoca l’aria di virgole e punti sconnessi
riecheggio di versi sparsi
contemporanei dell’ultimo Ungaretti
a grida
s’agitano ombre alle pareti
cocci ciotole pennelli
d’ingenue scaramucce con la tela

solitari candelabri reggono
smunte candele di notturne lotte con le tenebre
presenti ogni momento
nella stanza dove immobile
io divento oggetto
fra le coperte sparse del letto
fra le molte carte buttate senza senso

arido sguardo polveroso accumula
polvere dove più ce n’è
le grandi scritte affisse urla contro la parete
non rimane che un battito di solitudine
a colmare il vuoto dove l’io
resta schiacciato al suolo
da logori epitaffi

l’unica cosa vera la mia penna scrive

 Loredana Savelli - 18/11/2012 08:37:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Quando lo scrittore sommerso dalle sue stesse parole? Ma c’ sempre una voce "vera" che cerca una penna altrettanto "vera". Quando accade di trovarla quasi un miracolo.
Bellissima poesia, tema originale.
Ciao, buona domenica.

 Ferdinando Battaglia - 18/11/2012 08:24:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Davvero bella questa poesia, rivela la scrittura sapiente cercata dall’Autore; un contenuto a tratti molto intenso, svelamento di un discorso interiore dell’esperienza umana. Alcuni passaggi di particolare bellezza, vorrei condividerne almeno uno: "non rimane che un battito di solitudine/a colmare il vuoto dove lio/resta schiacciato al suolo/da logori epitaffi".
La chiusa sembra dirci ancora una volta, il valore ultimo dell’Arte(anche quando affermasse la sua insufficienza al vivere).

Ciao Giorgio.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.