LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Marisa Madonini
’L’amicizia pura’ lettere di Simone Weil

- Se sei un utente registrato il tuo commento sar subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sar letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sar inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo pi veloce per commentare quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, possibile che tu abbia gi impostato tale servizio: [ autenticati ]

Le sedici lettere indirizzate da Simone Weil all'anarchico spagnolo Antonio Atarés si trovano nel volume 'L'amicizia pura' (Castelvecchi, Roma 2013, ristampato nel 2016 a cura di D. Canciani e M. Antonietta Vito). Nello stesso volume sono raccolte anche le lettere indirizzate al poeta Joe Bousquet durante i mesi passati a Marsiglia, una stagione di fioritura delle amicizie e un momento di straordinaria ricchezza e fecondità del pensiero e della scrittura di Simone Weil.

Rivolgendosi ad Antonio Atarés, Simone si ricorda della Spagna, della sua breve partecipazione alla guerra civile (estate 1936) :'... sono stata, per qualche tempo, nel suo bel Paese, anche in alcuni piccoli villaggi dove gli stranieri non si spingono mai. Credo che sia la sua regione. Non ho mai dimenticato i contadini che ho visto nelle campagne; mi hanno lasciato un'impressione indimenticabile'

Simone, che ha conosciuto Atarés tramite Nicolas Lazarevitch, amico e confidente, militante sindacalista, ha subito intuito di poter corrispondere con un essere d'eccezione, spirito straordinario che la sventura (Antonio, poeta, contadino e anarchico recluso  in Algeria dove era stato confinato dal regime di Vichy) non ha sopraffatto. 

Ecco alcuni pensieri di S. Weil  tratti da queste lettere:

'[...] rimpiangi ancora gli uccelli dei Pirenei? Non so se il silenzio non sia più bello di qualsiasi canto. In un vasto paesaggio, quando il sole tramonta o sorge, non c'è armonia più perfetta del silenzio... sono contenta che tu abbia l'acqua pura;  l'acqua pura è una bella cosa...

 

Ti ho spedito un vaglia; te ne spedirò altri di tanto in tanto secondo i tuoi bisogni e le mie possibilità. Non penso che ti faccia degli scrupoli o abbia dei dubbi in proposito.  Quando ho del denaro tra le mani, non penso affatto che mi appartenga. Si trova lì e basta... vorrei tanto che il denaro fosse come l'acqua e scorresse  da solo dove ce n'è troppo poco...

 

Quando vivevo nella casa abbandonata che ti ho descritto, ho letto, in spagnolo, San Giovanni della Croce (S. Juan de la Cruz). Il proprietario della casa possedeva il libro e me l'ha prestato. E' un susseguirsi di poesia e di prosa, entrambe estremamente belle. Il pensiero, con parole diverse, è molto simile a quello di Platone... Ti ricopio una 'copia' che trovo molto bella:

Les aves de Arabia Viven eternas;

Viven porque no sabien Lo que son penas.

Que si penaron

En el mundo no hubiera Aves de Arabia

 

Gli uccelli d'Arabia vivono in eterno;

Vivono perchè non sanno cosa sono le pene.

Se dovessero penare

Nel mondo non ci sarebbero

Uccelli d'Arabia

 

Simone, al fine di lenire la tristezza del deportato, trasmette moti di tenerezza e lucidità di pensiero e chiude sempre le lettere con parole incoraggianti e di profonda amicizia che rivelano eccezionale energia e la cura nella qualità dei rapporti umani

 

 

 

 

 

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verr data la possibilit all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignit dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sar tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potr essere anche negativo ma non dovr entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno pu sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sar memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potr essere messo a disposizione dell'autorit giudiziaria.