LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Benny Nonasky
.Io scrivo poesie perché

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Io scrivo poesie perché la realtà m’investe e non mi basta.

Io scrivo poesie perché ho il cuore camuffato di parole che la mia bocca non sa dire.

Io scrivo poesie perché ho male ovunque.

Io scrivo poesie perché la fauna e la flora non mi saziano.

Io scrivo poesie perché i lupi inseguirono la nostra innocenza* e Dio la sua.

Io scrivo poesie perché l’amore mi devasta il petto e le mutande e il lobo dell’insula.

Io scrivo poesie perché è l’eternità ad appassionarmi.

Io scrivo poesie perché il silenzio mi è parente.

Io scrivo poesie perché i farmaci non mi convincono molto.

Io scrivo poesie perché altrimenti dovrei scegliere tra romanzi: gialli, rosa, satirici, comici, politici, culinari, biografici, saggistici, teatrali, storici, ambientalistici, ideologici; e non ne ho voglia.

Io scrivo poesie perché m’interessano i temi sopra elencati, ma in versi e senza troppi gialli o la Parodi, figuriamoci Moccia o Fabio Volo.

Io scrivo poesie perché ho una tenerezza, un calore, una dolcezza, un’attenzione, una cura, un’amorevolezza incommensurabili, ingestibili, modellabili, difettosi, condivisibili.

Io scrivo poesie perché l’Amazzonia, il gufo, i Sigur Ròs, l’Africa, le cartine geografiche, il firmamento, Tu, il pianto della chitarra**, Hopper, le nuvole sono poesia.

Io scrivo poesie perché la rivoluzione nasce da una scintilla e un urlo non è altro che una ferita sulla lingua.

Io scrivo poesie perché mi stupiscono le farfalle che escono dal mio portafoglio – le ammiro; non me ne vergogno.

Io scrivo poesie perché apprezzo la nostalgia.

Io scrivo poesie perché i cellulari non sono Walt Whitman.

Io scrivo poesie perché saprai che non t’amo e che t’amo***, in un ripetersi di versi scombussolati e indistruttibili.

Io scrivo poesie perché mi fa orrore il pagliaccio del Mc Donald, il nero fiume del Delta del Niger, la foca sulla vecchia signora, il sorriso di Kim Jong-un, la stupidità di Scientology, la nebbia omicida a Pechino.

Io scrivo poesie perché, anche se stritola le ossa, lo stomaco e le tempie, mi libera come marzo dall’incubo di febbraio.

Io scrivo poesie perché da lì nasce la perfezione, forse per un solo attimo, mentre muore, concludendosi come un crepuscolo, a dispetto di tutti i Baci Perugina messi insieme.

 Claudia Barcellona - 19/02/2017 22:18:00 [ leggi altri commenti di Claudia Barcellona » ]

io leggo poesie per scarcerare le budella aggrovigliate
io leggo poesie tutte d’un fiato per partorire il respiro
io leggo poesie per vivere mille e mille vite tutte vive
e leggo poesie perché qualcuno come te le scrive.
Grazie.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.