LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo proposto da Andrea Piccinelli
Oraison du soir - Preghiera della sera

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Je vis assis, tel qu'un ange aux mains d'un barbier,
empoignant une chope à fortes cannelures,
l'hypogastre et le col cambrés, une Gambier
aux dents, sous l'air gonflé d'impalpables voilures.

Tels que les excréments chauds d'un vieux colombier,
mille Reves en moi font de douces brulures:
puis par instants mon coeur triste est comme un aubier
qu'ensanglante l'or jeune et sombre des coulures.

Puis, quand j'ai ravalé mes reves avec soin,
je me tourne, ayant bu trente ou quarante chopes,
et me recueille, pour lacher l'acre besoin:

doux comme le Seigneur du cèdre et des hysopes,
je pisse vers les cieux bruns, très haut et très loin,
avec l'assentiment des grands héliotropes.

****


Vivo seduto, come un angelo fra le mani di un barbiere,
stringendo un boccale dalle forti scanalature,
l’ipogastrio e il collo inarcati, una Gambier
tra i denti, sotto l’aria gonfia d’impalpabili velature.

Come i caldi escrementi d’un vecchio colombario,
in me mille Sogni aizzano dolci bruciature:
poi, d’improvviso il mio cuore triste è come un alburno
che insanguina l’oro cupo e giovane delle colature.

Poi, dopo aver represso i miei sogni con cura,
mi volto, avendo scolato trenta o quaranta pinte,
e mi raccolgo, per liberare l’acre bisogno:

dolce come il Signore dei cedri e degli issopi,
piscio verso i cieli bruni, alto e lontanissimo,
con l’assenso dei grandi eliotropi.

 

(traduzione di A. P.)

 Coby - 03/09/2012 22:33:00 [ leggi altri commenti di Coby » ]

A voi tutti un invito alla Pinta Perfetta! [Luogo per orazioni approssimativamente silenti, ... ma solo dopo la sessantesima ... :-) ]

 Domenico Morana - 03/09/2012 22:10:00 [ leggi altri commenti di Domenico Morana » ]

Che sostegno e fraterno vai dicendo? Di quello se ne parla solo dopo la cinquantesima "pinta"! Poi si prega pure insieme. Coby dopo la sessantesima! Lui ci ha il "fisico" per certe cose.
:-)

 Andrea Piccinelli - 03/09/2012 21:58:00 [ leggi altri commenti di Andrea Piccinelli » ]

Corretta. In effetti "pinte" va molto meglio! Erano quasi vent’anni che non mi cimentavo con il francese... è stata una fatica immane! Stasera preferisco non firmarmi per esteso... il mio pudore è già stato messo fin troppo alla prova per i miei limiti di sopportazione. Per riprendermi terrò la testa ben nascosta sotto le coperte fino a domani mattina. Grazie a entrambi per il fraterno sostegno :-)

 Coby - 03/09/2012 21:37:00 [ leggi altri commenti di Coby » ]

Bravo bravissimo! Concordo con Domenico.

 Domenico Morana - 03/09/2012 21:35:00 [ leggi altri commenti di Domenico Morana » ]

Ma poi, perché non l’hai firmata per esteso la tua traduzione? R. è difficilissimo e mi sembra proprio che tu te la sia cavata a meraviglia!

 Domenico Morana - 03/09/2012 21:31:00 [ leggi altri commenti di Domenico Morana » ]

huauh! a tutta birra! brrrravissimo!

ma che ne pensi di "pinte" per "chopes"?

che ne dici? vuoi dare un’occhiata?

http://www.spatenbrauroma.altervista.org/bicchieri/boccali.htm

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.