LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo proposto da Paolo Melandri
Sintesi pedagogica goethiana

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

 

Sintesi della pedagogia goethiana

 

         L’arte è lunga, la vita breve, il giudizio difficile, l’occasione fuggitiva. Agire è facile, pensare difficile, agire secondo quel che si pensa scomodo. Il principio è sempre lieto, la soglia è il luogo dell’attesa. Il bambino si stupisce, le impressioni lo guidano, impara giocando, la serietà lo sorprende. L’imitazione ci è innata, ciò che bisogna imitare non si riconosce facilmente. È raro trovare una cosa eccellente, più raro apprezzarla. Ci attrae l’altezza, non i gradini: teniamo gli occhi alla cima, ma erriamo volentieri nella pianura. Solo una parte dell’arte può insegnarsi: ma di tutta l’arte ha bisogno l’artista. Quelli che la conoscono in parte sbagliano sempre e parlano molto; quelli che la possiedono intera desiderano soltanto fare e parlano di rado, o tardi. I primi non hanno nessun segreto e nessuna forza, il loro insegnamento è come pane fresco che piace e sazia per un giorno solo; ma non si può seminar farina e le sementi non devono venir macinate. Le parole sono buone, ma non il meglio. Il meglio non si manifesta con le parole. Lo spirito secondo cui agiamo è la cosa più alta. L’azione è compresa e rappresentata solo dallo spirito. Nessuno sa quel che fa, quando agisce rettamente; ma dell’ingiusto siamo consapevoli sempre. Chi agisce solo con parole scritte è un pedante, un ipocrita o un inetto. Di questi ce ne sono molti, e stanno bene insieme. Il loro cicaleccio trattiene il discepolo e la loro ostentata mediocrità sgomenta i migliori. L’insegnamento del vero artista schiude il senso, perché dove le parole mancano, parla l’azione. Il vero discepolo impara a trarre dal noto l’ignoto e si avvicina al maestro.

 

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.