Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia è proposta dal 29/05/2017 12:00:00
Pagina aperta 628 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Sep 17 20:23:00 UTC+0200 2018

La luce

di Mario Lucrezio Reali

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
Invita un utente registrato a leggere la poesia della settimana »
# 0 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »


 

Materia o onda che tu sia a noi non importa
Non chiediamo la chiave di ciò che offre il dio
poiché il mistero accresce i sogni
Conosciamo solo il commiato
Non conosciamo l'approdo
Ma tu luce
petali strappati alla corolla del sole
dolce e dissetante acqua
conosci il fine per cui nascono gli uomini
Dicci piuttosto dove fuggi dopo aver chiamato
le nubi dal mare e cesellato l'azzurro?
Scavi negli angoli del buio abbagli a noi ignoti?
Dio silenzioso nel tuo pugno stringi
il senso nudo dell'universo

 

 

[ da La ballata dell'incompiuto, Passigli Editori ]

 

 


# 0 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »