Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Proust N.7 - Il profumo del tempo (scarica/leggi)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia è proposta dal 19/06/2017 12:00:00
Pagina aperta 300 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 23 22:06:00 UTC+0200 2017

due poesie

di Flavio Ermini (Biografia/notizie)

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »


 

La caverna delle pietre cave

 

non c'è via d'uscita per il vivente aperto al mondo

né c'è salvezza di fronte alla condizione di vuoto interiore

cui è destinato per incessantemente soccombere

proprio come accade agli immemori che diventa

ciò che sono ritraendosi in un ingannevole apparire

 

 

La strada che fiancheggia il vuoto

 

viaggia l'uomo sugli oscuri sentieri lungo i quali i viventi

intraprendono l'ultimo pellegrinaggio alla ricerca di un varco

che li riporti dotati come sono di parola nell'indistinto

quali principali testimoni dello sgomento che genera il tempo

quando si accumula insensato nel portarci alla morte

 

 

[ da Edeniche, pubblicate sulla rivista Anterem n. 94 ]

 


# 0 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »