Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Biografia di Salvatore Ambrosino

Sei nella sezione Biografie
aggiorna la tua biografia »

Pagina aperta 1903 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun May 31 05:11:00 UTC+0200 2020

« indietro | versione per la stampa | segnala ad un amico »


 

Le parole non fanno i fatti ma, i fatti fanno parlare

Il mio nome è  Salvatore Ambrosino, gli amici mi chiamano Satos, sono nato a Caracas- Venezuela – Il 21 settembre del 1961. Nel 1964 i miei genitori si sono trasferiti in Italia nella zona Vesuviana a Saviano provincia di Napoli dove ho vissuto con la mia famiglia fino a 20 anni.

Ho un diploma conseguito nel 1979 a Pomigliano d’Arco presso l’ITIS Eugenio Barsanti come tecnico industriale , disegnatore meccanico

In quegli anni "favolosi"la  mia passione principale era  la musica e scrivere canzoni, per lei (la musica ) ho fatto di tutto.

 

Nel 1982 mi sono trasferito nella provincia di Reggio Emilia dove ancora oggi risiedo e lavoro.

 

Sono sposato con Carmelina,la mia pupetta con la quale ho due figli, una femmina Mariarosa nata nel 1984 e un maschio Francesco nato nel 1988  che amo profondamente.

 

Cosa dire del mio poetare :" è espressione della mia sensibilità, forse troppo precipitose ma, io non ho regole ne modelli, scrivo semplicemente  quello che provo"

 

 

Cosa dicono di me

 

Il suo pensiero intimo e intenso si veste di altruismo e di profondo interesse per la vita, le sue opere disegnano una persona schietta e vera, dedita al bene ma soprattutto evidenziano il suo carattere generoso e semplice, perdersi fra le sue opere è stato come percorrere passi di un esistere deciso e coraggioso, districarsi fra il male come la poesia " prati infestati" e il bene come la poesia "Papa Wojtyla" è stato come camminare sulle rive di un’anima capace di fondere pensieri e sensazioni opposte ma unite da valori fondamentali, quei valori che incidono il percorso di ogni uomo, Salvatore Ambrosino  è il poeta che guarda il mondo e ne imprigiona l’essenza fra i suoi versi.

Rocrisia.

 

Salvatore Ambrosino un uomo del Sud, un uomo che vive al Nord, un uomo giovane che si distingue per l'attaccamento morboso per la sua terra e che vive, comunque senza angosciarsi, lontano e per la famiglia e la sua gente.

L'esperienza mia personale con la quale ho avuto modo di intrattenermi con Salvatore, quanto meno leggendo le sue opere, mi ha spinto a spigolare da tempo nei suoi versi per carpirne i suoi spiragli di luce che spingono alle diverse tematiche; egli nuota libero con bracciate d'entusiasmo che falcino  le onde delle sue parole senza provocare schizzi fastidiosi, nuota con disinvoltura lasciandosi dietro scie di sentimentalismo che si dipanano prendendo il volo a forma di pulviscoli aeriformi ed invisibili andandosi a posare e posizionare nelle menti dei suoi lettori per allietarli, consolarli a volte per esortarli a far meglio.

Con tutte le sue sfaccettature poetiche Salvatore dilaga producendo una miriade di pensieri i quali vanno a marcare e consolidare una posizione di rilevo nell'albo d'oro degli autori dell'ultima generazione di scrittori, infatti produce i suoi testi ispirandosi, nella maggior parte della sua consistenza, ad avvenimenti della quotidianità addentrandosi nella vasta gamma del sociale, raccoglie ogni sentore, ogni azione, qualsiasi occasione per lui è fonte di ispirazione e immaginazione, procedendo a modellare la sua scultura poetica e con raffinatezza elabora infine le sue opere.

Non trascura nessun elemento di socializzazione, di amore, di altruismo, di aiuto morale e di incoraggiamento.

Arricchisce in tal modo il suo essere uomo libero, uomo osservatore delle tradizioni, delle avversità, diventa tenero e si commuove quando c'è da commuoversi, egli è uomo onesto e laborioso che nel suo tempo libero trova lo spazio per la meditazione e per la sua penna letteraria.


Ciò che Salvatore scrive non sono soltanto testimonianze, o memorie indulgenti; sono poesia che non vuole metrica e rima, o assonanze e tecnica, ma scansione e musica che vanno dritte all'anima, la quale rimane, in poesia, sempre più sola.

Alfredo Genovese

 

Nella vera poesia le espressioni che suonano più semplici ci riempiono di sorpresa e di gioia perché rivelano noi a noi stessi.... così scriveva Benedetto Croce ed è quello che riesce ad esprimere Salvatore Ambrosino

Un poeta poliedrico , in lui ci si immedesima il lettore , perchè scrive se stesso, la quotidianità, la vita di tutti i giorni

La sua semplicità ne fa un autore a cui non si può non voler bene

Le sue emozioni ti entrano dentro, fin nelle viscere, perchè ha ideali e valori tangibili,  li guarda, li osserva e ne sviscera sensazioni

Quando lo leggi , entri nella sua anima in totale armonia  diventando tutto uno con i suoi pensieri

 

Scrive le sue emozioni rendendole creative e vere agli occhi del lettore

Salvatore Ambrosino lo considero un poeta contemporaneo, radicato alle sue origini, è estemporaneo

e da lui si può attingerne l'umiltà e prendere da esempio

 

Roberta Calce

 


 

 Dialoga con Salvatore Ambrosino / Commenta [ lascia un commento ] [Δ]

1 :: Roberto Maggiani - 21/09/2012 00:10:00
[ leggi altri commenti di Roberto Maggiani » ]

Buon compleanno Salvatore