chiudi | stampa

Giuliano Brenna
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Briscoe Hall

Con grande gioia comunico che è disponibile il mio romanzo d'esordio:

Briscoe Hall, Virginia Edizioni

Contiene tanti elementi vitali che spesso passano in secondo piano… non vengono esposti per paura, per pregiudizio, per tanti motivi… però in questo romanzo vengono alla luce, non necessariamente poi nel loro significato hanno la connotazione che viene data loro nel romanzo… il romanzo è significativo per l’esistenza, per la vita, parla di determinate persone ma parla in realtà di tutti.

Briscoe Hall è la narrazione fulgida, emozionante, a tratti severa, della vita di un ragazzo, Briscoe, che, entrato nell’adolescenza, si avvia a intessere le proprie relazioni sociali e affettive all’interno del sistema sociale dell’Inghilterra di metà Ottocento, fortemente influenzato, negli usi e nei costumi, dal pensiero Vittoriano, intriso di moralità e dedizione alla famiglia. Con questo romanzo l’autore ci porta nelle campagne del Dorset, fianco a fianco ai suoi personaggi, per i quali delinea pensieri e atteggiamenti che, nella dimensione interiore e pratica, contrastano con l’ipocrisia imperante; rilancia, con sensibilità e abili metafore, la dimensione della sessualità, muovendosi nell’alveo dell’erotismo a un livello letterario che mai soccombe al facile dire, in tal modo rimarca il diritto della persona a vivere pienamente la propria dimensione affettiva, spezzando l’asse della moralità Vittoriana.

Se volete leggerlo potete acquistarlo in tutte le librerie online o direttamente sul mio sito (senza spese di spedizione):

 

https://www.giulianobrenna.it/

 

 

*

ad Lucem di Alessandro Cortese

"La congiura è fallita. Gli Angeli, colpevoli di aver tradito la fiducia del Grande Padre sono stati cacciati dal Paradiso Terrestre e scaraventati nell'Abisso. Ma Lucifero, custode del lume, ha deciso di ribellarsi: da capo rivoluzionario a dittatore, è pronto a sfruttare tutto e tutti pur di ottenere la vendetta su Yahweh. La caduta dall'Eden non è che l'inizio della guerra più grande. La Storia della Creazione come mai è stata raccontata, un punto di vista finora non affrontato perché considerato tabù. Una reinterpretazione della Bibbia in grado di proiettarci verso una trasformazione dell'esistenza. Con una narrazione a metà tra la storiografia e il più classico dei fantasy, il libro indaga sulla natura dell'eterno conflitto tra il bene e il male, intessendo una trama basata tanto sulle fonti più antiche del mito e della sacralità, quanto su alcune tra le principali opere di letteratura mondiale di ogni tempo".

 

Dopo aver letto "Eden" e appena terminato "ad Lucem" vi consiglio questo bravo autore, a Roma per un incontro con i lettori.

 

Sabato 2 marzo, Libreria Risvolti, quartiere Appio Claudio, via Sesto Calvino 73, ore 17:30. Presentazione dei romanzi "Eden" e "ad Lucem", a cura dell'autore, Alessandro Cortese.

 

*

Elio Pecora incontra Maurizio Soldini

LIBRERIA BIBLI, via dei Fienaroli 28, 00153 Roma, tel.06/ 5814534 

Martedì  14 giugno 2011,  ore 18,00

INTERVISTE POSSIBILI

ELIO PECORA   incontra  MAURIZIO SOLDINI

il libro: Maurizio Soldini, Uomo (poemetto di bioetica), Lietocolle editore            

 


*

Il Giorno della Terra (Earth Day)

Il Giorno della Terra (Earth Day)

Oggi si festeggia l'Earth Day, il Giorno della Terra. Un appuntamento che si ripete puntualmente ogni anno dal 1970 e che quest'anno vede coinvolti 174 paesi. E anche Google ha voluto ricordare e festeggiare il Giorno della Terra attraverso un nuovo coloratissimo e animato Doodle.


Oggi, 22 aprile, è un giorno molto particolare, si festeggia l'Earth Day, il Giorno della Terra, un appuntamento che si ripete puntualmente ogni anno dal 1970 quando 20 milioni di cittadini risposero ad un appello del senatore democratico Gaylord Nelson e manifestarono a difesa della Terra.
Emerso allora come un modesto movimento universitario, nel corso degli anni Earth Day è divenuto un avvenimento informativo.
Nel 2000 su iniziativa dello stesso Nelson, nacque l'Earth Day Network e oggi viene celebrato attraverso migliaia di eventi e iniziative in oltre 174 paesi coinvolgendo quasi mezzo miliardo di persone in tutto il mondo.
Anche la Nasa attraverso il suo sito trasmette per questa occasione delle immagini straordinarie che rappresentano  tutto pianeta.
Il 22 aprile anche nel nostro paese è il Giorno della Terra un appuntamento importante, un momento per sensibilizzare le persone sui temi della conservazione dell'ambiente in cui viviamo, dell'inquinamento, della biodiversità, della sostenibilità ambientale e delle risorse rinnovabili.
E in occasione di questa importante ricorrenza anche Google, il più famoso motore di ricerca, si è mostrato puntuale a questo importante appuntamento e  ha voluto ricordare e festeggiare il Giorno della Terra attraverso un nuovo coloratissimo e animato Doodle.
Infine, tra gli obiettivi internazionali di quest'anno c'è la realizzazione di un miliardo di "azioni verdi" entro l'inizio del vertice Onu sullo sviluppo sostenibile previsto a Rio de Janeiro nel 2012.
Si tratta di compiere anche solo un gesto a vantaggio dell'ambiente, come l'utilizzo dell'acqua del rubinetto al posto di quella in bottiglia, utilizzare la bicicletta per recarsi al lavoro, o andare a piedi, sostituire le vecchie lampadine con quelle a maggiore efficienza, fare la spesa con la borsa di tela al posto di quella di plastica. Piccoli cose che sommate tutte insieme possono essere significative. È forse questo il vero significato della Giornata della Terra.


*

Stanchi della solita minestra??

ANTEPRIMA!

L’Asinocotto sta organizzando una serie di corsi di cucina, tenuti direttamente dallo chef Giuliano Brenna.

Queste le principali caratteristiche della nostra proposta:
- Formula: Corsi monografici, totalmente indipendenti tra di loro frequentabili in qualunque momento, ordine e combinazione
- I corsi si terranno direttamente nella cucina del ristorante e i partecipanti saranno coinvolti da subito nella preparazione dei piatti … a differenza di una banale lezione in aula come spesso avviene …
- Frequenza: Settimanale, da tenersi al sabato, a partire dalla seconda metà di febbraio
- Durata: 3 ore dalle 16,30 alle 19,30 a seguire la degustazione
- Numero massimo partecipanti: 6
- Costo: 150 euro a lezione per persona (inclusa la cena/degustazione presso il ristorante con vino abbinato ai piatti), disponibile pacchetto di 4 corsi (valido una stagione) al prezzo di 450 euro
- I corsi potranno anche essere regalati ad una terza persona sotto forma di buono regalo personalizzato
- Alla fine di ogni corso verrà rilasciato un diploma/certificato
- In occasione di ogni corso/pacchetto di corsi verrà regalato un grembiule personalizzato Asinocotto
- Indispensabile la prenotazione
- I corsi si terranno solo in caso di raggiungimento di un numero minimo di partecipanti)

Per informazioni e prenotazioni:
www.asinocotto.com
ristorante@asinocotto.com
..o direttamente contattando Giuliano

*

In memoria delle chiese assassinate

E' apparso sugli scaffali dei librai italiani un interessante volumetto dal titolo "In memoria delle chiese assassinate", di Marcel Proust.
"È il racconto di un pellegrinaggio tra le cattedrali gotiche di Francia, in compagnia e con la guida delle memorabili pagine dedicate a questi monumenti da John Ruskin. Un pellegrinaggio che è una piccola "ricerca del tempo perduto", la riscoperta di un'età in cui l'arte era ancora espressione del talento individuale e insieme dello spirito del tempo, e che qui viene opposta alla secolarizzazione incombente sulla modernità, alla "legge del numero" che governa la società di massa."

Sapendo l'interesse che Proust nutriva per l'architettura e la sua acutissima arguzia di osservatore miscelata alla conoscenza intimissima delle pagine di Ruskin sarà una lettura senz'altro notevole, magari da effetture proprio "sul campo".
Buona lettura e bon voyage!

*

Esiste l’Italia?

ESISTE L’ITALIA?
Usare il web per costruire insieme un volume della rivista italiana di geopolitica. Nell'autunno 2008 Limes pubblicherà un volume sull'Italia e il suo sito si apre alle proposte e alle osservazioni di tutti. Attraverso limesonline raccoglieremo le vostre richieste, i vostri articoli, le vostre polemiche sul tema: Esiste l'Italia? E, in ogni caso, conviene l'Italia?

“Noi italiani siamo abituati all’idea di non essere una vera nazione. In realtà, a modo nostro, lo siamo più di quanto crediamo di esserlo. Certo non come gli inglesi, i francesi o gli americani, ma, appunto, all’italiana. Forse non avevamo nemmeno il coraggio di dirlo a noi stessi, fintanto che il tema della nazione è rimasto sepolto nel ben custodito deposito delle rimozioni collettive. Poi, negli ultimi anni, la crisi terminale della Prima Repubblica e l’esplosione della Lega Nord ci hanno ricordato la dimensione geopolitica della nostra vita associata. La stessa utilità dello Stato unitario è stata messa in discussione. Infranto il tabù, non è più possibile esorcizzare la questione nazionale”.

Così iniziava l’editoriale del volume di Limes intitolato “A che serve l’Italia” (4/94). Era l’autunno di quattordici anni fa. Oggi quel tema – la questione nazionale – appare ancora più essenziale. Di più: le ragioni che ci tengono insieme come Stato italiano – stiamo per festeggiarne (2011) i 150 anni – sono messe in questione implicitamente o apertamente da una notevole parte dei cittadini italiani. Molti dei quali si chiedono se l’Italia davvero serva, o se invece i loro interessi di sicurezza e di benessere potrebbero essere meglio garantiti in un altro contesto istituzionale – subnazionale e/o sovranazionale – se non addirittura in assenza di qualsiasi vincolo statuale o parastatuale. E si comportano come se l’Italia non esistesse. Nel loro orizzonte geopolitico e sociale, è l’idea stessa dello Stato italiano, e/o della nazione italiana, a essere messa in causa. Insomma: esiste l’Italia?


(Questo è l'articolo introduttivo dello Speciale Esiste l'Italia?
con cui Limes sta costruendo il volume dell'autunno 2008 dedicato all'Italia.
http://limes.espresso.repubblica.it/index.php?s=%22speciale+esiste+l%27Italia%3F%22
Leggi tutti gli articoli dello Speciale Esiste l'Italia?)

Non è possibile immaginare tema più decisivo per una rivista italiana di geopolitica. E’ per questo che nel prossimo autunno vi dedicheremo un volume. In vista di questo obiettivo, e per sondare l’interesse e le opinioni dei nostri lettori, il sito di Limes si apre alle proposte e alle osservazioni di tutti. Nel corso dei prossimi mesi, raccoglieremo le vostre richieste, i vostri articoli, le vostre polemiche. Tutte riferite alla questione: Esiste l’Italia? E, in ogni caso, conviene l’Italia?

Uno dei nodi centrali, cui dedicheremo un’intera sezione, riguarda Milano e il suo rapporto con Roma e con il resto dell’Italia. Perché la questione milanese, come fulcro della questione settentrionale e non solo, è storicamente decisiva per l’assetto istituzionale del nostro paese. Per avviare il dibattito, abbiamo quindi deciso di partire da un testo breve ma stringente di tre giovani amici milanesi – Alessandro Aresu, Moris Gasparri, Matteo Scurati – che sottoponiamo alla vostra riflessione e alle vostre critiche.

Per avviare la discussione a partire dal web e costruire insieme il volume di Limes sulla questione italiana, contiamo sulle vostre idee!

Grazie fin d’ora

Lucio Caracciolo

http://limes.espresso.repubblica.it/2008/04/16/esiste-l%e2%80%99italia/?p=585


- Credo sia un'ottima e lodevole iniziativa, bisognerebbe partecipare in tanti, anche con un piccolo contributo - G. -

*

Giornata Mondiale del Libro

Domenica 20 aprile 2008, in occasione della Giornata Mondiale del Libro, dalle 11 alle 20 in piazza santa Maria in Trastevere a Roma FNAC promuove una giornata dedicata ai libri, al piacere di leggerli e condividerli.
Eventi, spettacoli ed ospiti d’eccezione.
Bookcrossing a cielo aperto. Per tutto il giorno libri in libertà, libri in movimento, libri che passano di mano in mano. Porta con te un libro che hai amato e rimettilo in circolo, per offrirlo alla passione e alla curiosità di un altro lettore. In cambio, scegli nuovi libri dalla grande libreria gratuita dei lettori e degli editori.
Ore 11, fiabe burattini e fantasia, animazione per bambini, a cura dei Guastafeste.
Ore 16, il magico viaggio di wisky e fragolina, spettacolo per piccoli lettori, a cura della compagnia delle stelle.
Ore 18, incontro con Gianrico Carofiglio, interviene Michela Murgia.

Per maggiori informazioni:
http://www.fnac.it/images/miniSites/boockrossing08/programma.html
http://www.fnac.it/images/miniSites/boockrossing08/bookcrossing_roma.jpg

Altre iniziative per la Giornata Mondiale del Libro:

http://www.provincia.roma.it/sb_news.jsp?ID_NEWS=744>emplate=sb_default.jsp&idarea=47

Come negli anni precedenti, anche per il 2008, la Provincia di Roma aderisce alla Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore e sta pertanto predisponendo, in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana UNESCO ed altre istituzioni culturali, l’organizzazione di attività legate al libro e alla lettura.
Le tematiche scelte dall’UNESCO per il 2008 sono due: il Pianeta Terra e le Lingue. Dunque per quest’anno è duplice l’invito che la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO rivolge alle biblioteche e alle altre istituzioni culturali per l’organizzazione di eventi in occasione del 23 aprile.
Il 2008, proclamato dalle Nazioni Unite Anno Internazionale del Pianeta Terra, si impone infatti sotto il segno di un’attenzione particolare verso il nostro pianeta, del quale non sempre conosciamo e rispettiamo potenzialità e limiti.
Ma il 2008 è anche Anno Internazionale delle Lingue : il Direttore Generale dell’UNESCO Koïchiro Matsuura nel suo messaggio per la Giornata sottolinea il legame tra lingue e libro come veicolo d’espressione e la necessità del multilinguismo che deve vivere affinché le diverse culture possano continuare ad esistere.

Vedi anche:
http://www.bookcrossing-italy.com/

*

China New Vision

"China New Vision. Contemporary Art Collections from Shanghai Art Museum"
30 aprile 2008 - 29 giugno 2008

La Spezia (SP)
Piazza Cesare Battisti, 1 Orario: martedì a sabato 10-13 / 15-19, domenica e festivi 11-19, chiuso lunedì Ingresso: € 6 intero, € 4 ridotto, € 3 ridotto speciale Informazioni e prenotazioni: tel. 00 39 0187 734593 / fax 00 39 0187 256773 camec@comune.sp.it
esposizione
"China New Vision. Contemporary Art Collections from Shanghai Art Museum"
Per "China New Vision" lo Shanghai Art Museum ha selezionato circa 80 opere di altrettanti artisti, con lo scopo di mostrare la multiforme scena dell'espressività artistica cinese. Essa coinvolge anche le recenti arti tecnologiche, segno dell'affermarsi dei nuovi media, affiancate alle più diverse interpretazioni della pittura e della fotografia, a documentare la versatile sperimentazione formale e linguistica. Si tratta di opere realizzate nell'ultimo ventennio, dalle grandi dimensioni e dal suggestivo impatto visivo.
Fra gli artisti presenti, alcuni già conosciuti e celebrati in occidente: Yu Hong, con un'opera degli esordi, di raffinato nitore; Zeng Fanghi, che, nelle sue Mask Series, rappresenta l'ipocrisia dell'adesione al costume occidentale; Wang Tiande, che coniuga la sperimentazione con la virtuosa padronanza di tecniche della tradizione; Zhou Tiehai, già presente alla Biennale di Venezia del 1999, ormai celebrato dal mercato mondiale, da più parti paragonato a Andy Warhol; Yang Zhenzhong, videoartista tra i protagonisti del prestigioso Hugo Boss Prize, organizzato dal MOMA di New York nel 2004; Yang Fudong, anch'egli raffinato interprete, attraverso il video, dell'inquietudine intellettuale e culturale della Cina; Hong Hao, che con la fotografia e lo scanner compone, in serie dal titolo My things, accumulazioni di oggetti tratti dal suo vissuto quotidiano; Weng Peijun, fotografo della travolgente trasformazione metropolitana di Shanghai ed altre città cinesi.


Per maggiori informazioni:
Arianna Alessi
camec@comune.sp.it
http://camec.spezianet.it

*

Premio Onda d’arte 2008

Premio Onda d'arte 2008

Sezioni:

- Racconto inedito;

- Libro edito di racconti, fiabe o favole per bambini o ragazzi.

Il concorso è organizzato dalla Pro Loco di Ceriale in collaborazione con il Comune di Ceriale.

Sono ammesse solo opere inedite in lingua italiana, non premiate o segnalate in altri concorsi. I racconti non dovranno essere stati pubblicati all'interno di siti internet, di antologie o romanzi.

Scadenza: 30 aprile 2008.

Per informazioni, bando e regolamento:

Tel. 3385453805.

<www.prolococeriale.it>

<proloco.ceriale@libero.it>

*

Fotocontest La Macronatura

Undicesimo Fotocontest. "La macronatura"

Il concorso è rivolto agli amanti della macro fotografia, tecnica che permette di ottenere forti ingrandimenti dei soggetti ripresi, scoprendo particolari che sfuggono all'occhio nudo.

Le foto potranno essere scattate con un tipo qualsiasi di fotocamera.

Scadenza: 30 aprile 2008.

Per informazioni, bando e regolamento:

<www.wininizio.it>

*

Sguardi sul mondo che cambia

Nasce Eyes on the Planet: sguardi sul mondo che cambia

Dal 1° marzo, appassionati di fotografia e sostenitori dei temi socio-ambientali si danno appuntamento su www.eyesontheplanet.org per partecipare al contest fotografico internazionale Eyes on the Planet. Nato con l’obiettivo di promuovere la sensibilità ambientale attraverso uno strumento universale, immediato ed emozionale come la fotografia, e di offrire concrete opportunità di visibilità e formazione per i fotografi di domani, Eyes on the Planet si rivolge alle giovani promesse del mondo della fotografia come ai semplici amatori, italiani e stranieri, di età compresa fra i 18 e i 35 anni.

Quattro sono le categorie tematiche previste:

Environment - immagini che evidenziano come fatti e accadimenti che sembrano banali e trascurabili possano preludere a disastri anche di ampia portata; e allo stesso tempo come i grandi cambiamenti possano nascere da gesti semplici e quotidiani;

People - storie di vita, testimonianze, gesti di solidarietà e di coraggio, donne e uomini che si impegnano per un mondo migliore;

Climate - l’impatto disastroso dei mutamenti climatici richiama l’uomo al proprio senso di responsabilità e lo esorta a mettere in discussione il proprio stile di vita;

Food - la difesa dell’ambiente passa anche attraverso la tutela della cultura e del territorio d’origine delle risorse e dei prodotti alimentari.

Gli scatti più belli verranno esposti in una mostra fotografica e offerti in un’asta benefica i cui proventi saranno devoluti a favore dei progetti che Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus e WWF stanno portando avanti in Amazzonia, per sostenere lo sviluppo delle economie locali in modo duraturo e sostenibile.

In particolare il ricavato di Eyes on the Planet confluirà nel progetto di salvaguardia dell'albero di noce del Brasile (Bertholletia excelsa) che si trova nelle foreste del Brasile, così come in Perù e in Bolivia. Questa pianta non può essere piantata altrove e offre lavoro ad intere comunità locali che ne traggono benefici e profitti superiori a quello derivante dall’abbattimento di alberi. I coltivatori della noce del Brasile diventano i preziosi "guardiani" della foresta amazzonica.

Title sponsor dell’iniziativa è Gruppo Manfrotto, leader mondiale nell’ideazione, produzione e distribuzione di treppiedi e accessori per i mercati della fotografia, del video e dell'intrattenimento, da anni impegnato in attività di corporate social responsability.

Eyes on the Planet si avvale inoltre del sostegno e della collaborazione di importanti atenei e istituti di fotografia - IED Milano, Istituto Italiano di Fotografia di Milano, Scuola di Fotografia di Napoli e Società Umanitaria –, mentre gode del supporto di prestigiose testate quali Fotografia Reflex, Gente Viaggi, Studenti Magazine, Qui Touring, delle guide Lonely Planet, tradotte in italiano da EDT, dell’agenzia fotografica Corbis e di T-Logic, leader nell’enjoy tecnolology e nell’audio e video digitale. Sponsor tecnico dell’iniziativa Nikon, da sempre, nel mondo, sinonimo di fotografia di alto livello.
Per informazioni e per partecipare al concorso:
www.eyesontheplanet.org

*

Retrogusto - 7 film, 7 ricette

Retrogusto - 7 film, 7 ricette per raccontare il mondo
Dal 7 marzo al 16 aprile, Lanciano (Ch)

“Un gioco che fan gli dei”
Perché una rassegna di cinema e cibo?
E’ la domanda fondamentale cui vogliamo rispondere con questa breve introduzione al programma.
Certo, potremmo rispondere, per la grande passione che ci accomuna sotto il sogno-segno del cinema; certo per il comune desiderio di gustare cose buone anzi, detto in termini molto slow, “buone”, “pulite” e “giuste”; per cogliere l’opportunità di godere dei due piaceri insieme in una sorta di gioco che fan gli dei come il talento immaginifico del grande Conte suggerirebbe.
Sarebbe una risposta sincera ma incompleta; la verità è che questi sette incontri con il cinema e il cibo d’autore, vogliono essere un invito a una riflessione più partecipe, più consapevole, più critica su qualcosa che, come tutto ciò che ci è intimamente familiare, in modo innato, finisce con lo sfuggire alla nostra osservazione più attenta: la natura, il valore, la provenienza, la qualità, anche etica, dei prodotti di cui ci nutriamo, per semplice necessità o per puro godimento… vogliono cogliere, fino in fondo, esattamente quel retrogusto di amore, passione e cultura.
Perché se è vero che cuciniamo quello che siamo e che siamo quello che mangiamo, frequentemente non pensiamo a quello che mangiamo e ancor più spesso non mangiamo quel che pensiamo.
E allora il cinema, che per sua natura è ingannevole più di ogni cosa, con il suo potere di fascinazione, con il suo linguaggio universale, con le sue invenzioni visionarie, può aiutarci a togliere qualche velo, a rimuovere qualche laccio, a far luce sulle diverse connotazioni antropologiche, sociologiche, psicologiche del cibo: come valore culturale, come veicolo di comunicazione e di trasmissione di saperi antichi e moderni, come patrimonio popolare, come merce e mezzo di speculazione e sfruttamento, come canale di socializzazione, come oggetto di contesa, come strumento di seduzione, come materia viva e vitale. Ecco perché merita, senza esitazioni, di essere celebrato con uno dei tributi più belli e spontanei mai pronunciati (traslato idealmente dal vino al cibo in generale) ancora una volta attraverso e dal cinema… proprio come un gioco che fan gli dei.



tutte le proiezioni iniziano alle 20h45 al cinema Ciakcity in via Bellisario

venerdì 7 marzo
film: Ricette d’amore (regia: Sandra Nettelbeck)
chef: Ermanno Di Paolo della scuola alberghiera di Villa Santa Maria
prodotti: pastificio Cocco di Fara San Martino
vino: cantina Colle Moro di Frisa

mercoledì 12 marzo
film: Mangiare bere uomo donna (regia: Ang Lee)
prodotti: Diana Gourmet spezie di Lanciano
vino: Terra D’Aligi di Atessa

mercoledì 19 marzo
film: Kitchen (regia: Yoshimitsu Morita)
chef: Nicola Rapino del ristorante L’angolino sul mare di Francavilla
prodotti: olio e ulivi di Ursini di Fossacesia
vino: fattoria La Valentina di Spoltore

mercoledì 26 marzo
film: Sideways (regia: Alexander Payne)
prodotti: prodotti biologici del Casino di Caprafico di Giacomo Santoleri di Guardiagrele
vino: azienda agricola Nicola Santoleri di Guardiagrele

venerdì 4 aprile
film: Fast Food Nation (regia: Richard Linklater)
chef: Cinzia mancini del ristorante Bottega culinaria biologica di San Vito
vino: cantina Frentana di Rocca San Giovanni

venerdì 11 aprile
film: Big Night (regia: Stanley Tucci e Campbell Scott)
chef: Giuseppe Tinari del ristorante Villa Maiella di Guardiagrele
vino: Agriverde di Ortona

mercoledì 16 aprile
film: Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante (regia: Peter Greenaway)
chef: Franco Michini del ristorante La tacchinella di Canzano
vino: fattoria Bruno Nicodemi di Notaresco