chiudi | stampa

Raccolta di pensieri di Ada Aliprandi
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Quarta dimensione

ôSe ammettessi il tempo come dimensione relativa e l'esistenza di universi consistenti alternativi, al di fuori di una realtÓ spazio-temporale convenzionale dovrei affermare di non sapere affatto in quale dimensione temporale mi trovi "adesso", quale realtÓ stia vivendo. Potrei esser giÓ morta. E non saperlo. Potrei essere solo un eco, un riflesso di qualcosa esistita un miliardo di anni luce fa in una dimensione parallela deformabile e collisa. Sono il prodotto di un equazione fisica, che risponde al fattore imprevedibilitÓ della teoria del caos. Sono solo energia quantica risucchiata, trasformata, e espulsa da dei buchi neri, portali ancora sconosciuti, tra il finito e l'infinito, da un universo all'altro.ö