chiudi | stampa

Raccolta di poesie di Fulvia Minetti
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Volti di parole

Rabidi profili

è il mare

all’odore salso

dei saluti.

Nel vento solo

le chiome sciolte

della melodia,

io brandi d’ombre,

sollevate le vesti

dell’aria,

cresco nei monti

respiri al cielo.

Sotto le voci murate

degli occhi strette

ai seni aguzzi delle rose,

erotto rosso silenzio

la diga del cuore,

aliti inverni

disvolgono

volti di parole.

*

Dai gusci di parole

Indosso inverno

migrare gli occhi

al tuo viso,

le nubi rampollano

gocce di vita al tempo

delle tue labbra

levighe ai miei sogni

dire

i silenzi nel colore.

Nei tuoi occhi la notte

serba le stelle

e fra le anse del tuo nome

tergo

e stringo l’esistere,

gli spazi spogliano

i corpi nei sapori,

in una coperta di cielo

ali in festa i sospiri

infondere

il canto della pelle

dai gusci di parole.

*

Acque di luce

Un silenzio

acceso fra le mani

spegne la voce,

di pesca

alle labbra le ore.

Solo una tela di passato

sulla schiena ancora

bagnata di tramonto

e alle distanze disseto

il mai dell’ancora.

Alla meridiana

fissa di un pensiero

solve

un filato di parole

le stelle e il viso.

Trattieni

gli occhi alla notte

e dal fondo della tua terra

sgorghi

il mio sapore di luce.

*

Trovami ancora »
Questo testo in formato PDF (87 KByte)