chiudi | stampa

Raccolta di poesie di Camillo Bombardieri
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

L,’immensitÓ

L'i mmensità sono le tue braccia

che raccogle ogni attimo caduto 

e lo fa diventare luce 

Rimanere sospesi nel sentimento 

materno, un seme che diviene frutto, mai

acerbo

A toccar l'anima non un semplice gesto

ma l' amore eterno di una madre

*

Restare

Si aprivano sorrisi sul 

nostro cammino

Calici a fior di vino riempivano

le nostre gioe quasi a regalarci 

il paradiso

Restava la luna che ci guardava con il 

suo candore a rispecchiare le ore passate 

a viver nell'eterno suon di calore 

*

A un passo

Resta il rumore del silenzio   

lascia il cuore immune dal dolore

Trovarsi ad ascoltare la scia 

dell'amore trovando desiderio

riunendosi nell'abbraccio 

 che feconda ogni istante

vissuto insieme

*

Come onda

Come onda che si infrange sugli 

scogli e reclama la sua profonità 

nel mio mare trovo la quite che ha 

visto tempeste

Il marinaio che issa la vela verso

Il vento favorevole che porta al porto

della saggezza 

*

Quiete

Trasportato dal silenzio 

che alberga nelle stanze 

dell'inconscio, il posto

dove trovai me stesso,

tornava alla memoria e

alleggeriva il mio mondo 

Lo stato di quite donava profumi 

intensi che mille prati

con fiori accesi non

potevano donare

Il mio umore scolpiva roccia 

dura ad ogni battuta il 

richiamo alla vita

*

Aspettando il tuo ritorno

I pensieri ricorrono l animo 

filando nodi di nostalgia 

Niente era così lontano, neanche Itaca 

per Ulisse, che trovò la morte dalla

mano del figlio 

Lampi di gioia la mente rileva nel vederti 

assorta nella magia del tempo, che ricopre la speranza di vederti felice 

 

*

Di nuovo. Il sole

Il pianto delle nuvole cadeva

copioso,  forse un preludio di

qualcosa ci attendeva 

Non trovai memoria di tanta sequela 

cadeva e cadeva e fuori nubi colme

stavan

Fino al giorno che il cielo trasparenza 

dava, era il giorno che si attendeva e il

Sole splendeva

 

*

Restare

Si aprivano sorrisi sul

nostro cammino

Calici a fior di vino, riepivano 

le nostre gioie quasi a regalarci

Il paradiso

Restava la luna che ci guardava

con il suo candore a rispecchiare le 

ore passate a viver nell 'eterno suon

di calore

*

Che cos ’Ú la poesia?

L 'immaginazione si apre al

mondo, dove la voce da vita 

a scenari profondi, toccando

l' animo si sprigionano colori

dando vita a emozioni

Si cela qualcosa di magico 

Restando fedeli al proprio

Stato interiore

*

Tutto

È come prendersi 

cura di un fiore

tenendolo per mano

senza mai abbandonarlo

 

Un brivido che ti sfiora che in

un attimo ti consola 

 

Così ritorni a giocare, tra le

braccia dell'amore, vivendo a

colori, come un arcobaleno

acceso, che dal temporale ne é

uscito fiero

 

Forse niente, forse tutto

 

Tutto

 

*

SensibilitÓ

La sensibilità é 

sorella della morte

quando meno te lo

aspetti ti dà la sua 

croce

*

Fuoco

Lentamente brucia

l'anima al richiamo del

sentimento, unendo due

corpi in un unico palpito

 

Niente distoglie il loro

cammino, che vede la

loro fiamma ardere 

all'infinito

*

Fratelli

Nati dallo stesso 

ramo 

Amore incondizionato 

Un bene più grande la vita

ci ha donato

Distanti si può stare, ma

rimaniamo vicini con il

cuore, ricordando la

mano che ci fece diventare 

un unico corpo

 

*

Un uomo non Ú mai contento

A cercar rose che

profumano di vizi 

in cambio ricevo

terra arida

 

La via alla felicità 

regalava spine, ma le

stesse ti cambiavano

l'anima

 

A toccare il cuore una

rosa spinosa che accendeva

la passione

 

*

Autunno

Autunno le foglie 

giacciono a terra 

lontane dalla loro 

primavera, che donava

loro vita e splendore

Ora un richiamo alla 

nuova stagione 

dove vede la nudità

degl'alberi

*

Amica mia

Fantasie la mia mente a

ricucir gli strappi

Troppo il rumore di un silenzio 

assordante

 

La malinconia della sera 

lascia posto al vuoto,colmo di

spine, che trovano dimora nel

mio cuore

 

Utopico il sogno, che svanisce alle 

prime ore del giorno, che ricorda la 

notte con nostalgia 

*

Innamoramento

Quando due anime si

incontrano il passato 

diventa ombra, si dissolve

 

Tutto diventa luce oltre l'universo

che richiama il dolce sentimento

un tempo perso 

 

Solo unendosi nel vizio eterno

si riscopre un pezzo di paradiso 

*

Fine estate

Lungo il passaggio di settembre che 

segna la fine della stagione sempreverde 

Si mescolano umori dal suono amaro 

a ricordare i giorni passati lontani dalle 

ombre dell'inverno, che nutre di malinconia

Il suo corpo sempre freddo 

 

Gli alberi spogli del proprio dono 

lasciano a terra la loro presenza

Quella che arricchiva l'umore dell 'estate

*

Donna

Il tuo mistero è impercorribile

fatto di bivi che racchiudono un

mondo senza fine

 

Non si può comprendere il tuo essere

così diverso da quello maschile

 

Forse, solo camminandoti accanto, si può 

scorgere la mano che fa diventare uomo un maschio, che dal canto da musa fa nascere

il suo parnaso

 

*

Il cancro Dell’ anima

Come un vortice ti 

spinge verso il basso 

Passato triste, a ricucir

strappi di un'anima scucita

 

Occhi ciechi, nel veder la luce

che da nuove speranze

 

Il cancro dell 'anima ti distoglie

dal reale, quello che in altre parole

ti dà la forza per continuare

 

Di tanto in tanto si intravede

 un raggio di sole

Forse la vita inizia da lì

con un po' d'amore

 

 

*

Il tuffo pi¨ bello

Il tuffo più bello é 

quando il sole all'imbrunire

si abbraccia con il mare, dove

scompare

Il rossore accompagna la notte nel

suo viaggio, dove ci saranno i sognatori ad

aspettarla 

*

E se fossimo poesia?

Se fossimo poesia 

dipingerei il cielo con 

l' arcobaleno più bello per

vestire il mondo di colori 

armoniosi 

 

Acque limpide per abbeverarsi di

versi senza fine 

 

 

Mari in tempesta che diventano calmi 

dove la luce del faro é l'illuminazione

verso il porto piú sicuro, rivolgendo lo 

sguardo verso l'infinito fino ad accarezzare

l'orizzonte

*

Momenti incerti

C'è sempre un abbaglio di 

luce nei temporali della 

nostra vita, ricondandoci che il

sole penetra le nubi più coltre

 

Il brutto si equilibra con il bello

L' arte ad esempio

 

I confini non sono fatti per delineare

ma per oltrepassare

Alla scoperta di una terra che non é nostra ma forse di nessuno 

Riscoprendoci stranieri in un mondo non

nostro

*

Infinito

Senza parlare 

ascoltare solo il

rumore del mare

 

Le onde solcano i 

pensieri, fluidi ricordi il

mio ieri 

 

 

Emozioni a fior di pelle

dove il corpo si abbandona alla

mente, toccando l infinito.... 

Un posto lontano dall animo 

tempestoso

*

Amata Patria

Al canto del tuo inno

hai unito un popolo

diviso da secoli

 

Un nemico invisibile 

ha preso i tuoi fratelli

 

Così distanti l'uno dall'altro

ci hai uniti in un abbraccio 

Valzer di dolore il tramontare

del sole, lasciandoci più soli

 

Augurandoci con speranza di un

domani a colori, gli stessi della tua

bandiera,dove il rosso é il sangue versato

da gente fiera 

 

Ora torna a brillare nella notte buia

regalandoci un domani senza paura

*

Ali spezzate

Voce spezzata dal

dolore che nasce dentro 

Troppo rumore il ricodo

di un amore spento

 

Mare in tempesta

dove il porto piú sicuro é

l appiglio alla speranza 

 

Tonfo il pensiero di una

giovinezza priva di attesa

Il canto degl ultimi é il grido che

pochi sentono, soffocato nell animo

di un uomo che la vita ha rubato un

posto al mondo

*

Il viaggio negli abissi

Foglia caduta dal

ramo della razionalità 

divampata nelle fiamme

dell oscurità

 

Notte fonda a 

richiamar un alba 

non sempre pronta

che illumina solo il

giorno di chi é pronto 

accompagnandolo fino al

tramonto

 

Trova dimora nell animo

gentile del suo maestro

donandogli un cammino più

terso

a

 

*

La notte di San Lorenzo

Come la stella 

che si libera nel

cielo a voltar le

spalle al firmamento

La notte di San Lorenzo 

vede i suoi desideri a toccar

nuovi animi.... A puntar

con il dito la scia luminosa

sperando che la volta celeste

racconti la sua magia

 

*

Morire per rinascere

Come un baco

disegno il mio senno

Morire per rinascere

sotto un altro segno

Trasformarsi in qualcosa 

che vola.... Respirare aria

nuova

Ali spiegate in cerca del fiore

più bello,  quello che regala il

sogno del tuo tempo

*

Ombra nera

Dormire per non pensare

al mostro che magia la

mente e l anima fatta

di paglia che prende fuoco

alla prima scintilla, restando

vulnerabile a ogni carezza

 

Dipingendo nuovi orizzonti

fatti di speranza, dove il sole

é punto di partenza, trovando

nuova luce in un male sconosciuto

 

Ricordando che gli animi non sono

destinati alla notte per sempre e che il

giorno da nuove speranze a chi sono state

sottratte

 

 

 

 

 

 

 

 

*

I tuoi occhi

I tuoi occhi 

abbaglio lucente 

a scolpire la mia anima 

Così dolci a colmare 

il mare in tempesta 

 

Lontani dalla malizia 

trovano rifugio nella 

grazia divina 

 

Colore indefinito, 

profondità oceaniche, 

dove ci si perde in un

solo istante 

*

I vecchi

Le rughe

segno di un

passato non

tanto prossimo 

 

Spelle larghe 

scolpite da

malcontento 

del loro mondo

interno

 

Dentro giovani

di un ritmo riscoperto 

*

I vecchi

Microsoft JScript runtime error '800a003e'

Input past end of file

/testi_raccolta.asp, line 88